It seems you're using an unsafe, out-of-date browser. CLOSE(X)

L’anticristo è ora pronto a manifestarsi – Le Fiamme del Mio Amore distruggeranno Satana

Something PROPHETIC Is Happening May 14, 2020 !!!:
Habemus Papam: Pope Francis Introduced to World
145 883 megtekintés •2013. márc. 13. (7 anno )
“The antichrist will be from the East, not the West”
Pope Francis: “… Per questo scopo desidero promuovere un evento mondiale nella giornata del 14 maggio 2020, che avrá  per tema “Ricostruire il patto educativo globale. …”

———————-
il libro della verità:
7 agosto 2013 – Dio Padre: “L’anticristo è ora pronto a manifestars
————-

“… le Fiamme del Mio Amore. Queste Fiamme infonderanno una rigenerazione della fede in Me, in coloro che si sono allontanati da Me, così come distruggeranno Satana ed ogni dèmone ed angelo caduto, che tiene in ostaggio quelle anime che Mi appartengono, ma che si sono separate da Me. …”
Si prega di consultare l’inglese per ulteriori informazioni
 

Dio è Onnipresente: Egli è ovunque!

il libro della verità:
Giovedì, 22 gennaio 2015, alle ore 20:20
Mia amatissima figlia, l’apostasia si è impadronita del mondo ed estende i suoi tentacoli verso ogni religione che riconosce Me, Gesù Cristo, così come verso quelle religioni che riconoscono il Mio amato Padre.Coloro che diffondono l’apostasia lo fanno in un modo non evidente e gli impostori educano attentamente le anime ad accettare una falsa dottrina. Questo condurrà i due terzi dei Cristiani verso l’apostasia, laddove non si renderanno conto di nulla. Ogni Legge di Dio verrà distorta e mostrata come se fosse adatta al mondo moderno. I Miei nemici saranno così persuasivi, così premurosi ed apparentemente umili, che convinceranno anche i più fedeli ed i più leali dei Miei seguaci che questi cambiamenti siano accettabili agli Occhi di Dio.

Una volta che un Cristiano lascerà la Verità, sarà colpevole di accettare delle menzogne. Subito dopo egli accetterà la falsa dottrina e poi si allontanerà dalla Fede molto rapidamente. Quando sarà il momento giusto, l’uomo della perdizione convincerà tutti i Cristiani che rifiutano la Vera Parola di Dio ad unirsi in una nuova ed unica religione mondiale. E quindi, in tal modo, verrà crocifissa la Mia Chiesa. La Luce di Dio, però, sarà sprigionata sui Cristiani e sugli Ebrei, che attraverso la loro bocca, ispirati da Enoc ed Elia, predicheranno la Parola di Dio. Queste saranno le due religioni che verranno prese di mira dai Miei nemici; esse saranno perseguitate e trattate duramente, prima che venga vietato praticare la loro fede nei luoghi pubblici. Alla fine, s’impadroniranno delle loro chiese e delle sinagoghe. Nonostante ciò, rivestite con il Fuoco dello Spirito Santo, esse diffonderanno la Parola di Dio. Esse troveranno il coraggio e la forza di rimanere fedeli a Dio.

I sacerdoti rimasti fedeli alla Verità proseguiranno nell’adempiere, nel Mio Nome, al dovere del Sacrificio quotidiano e nel modo in cui fu inteso dovesse essere. A seguire loro vi sarà il Rimanente, in ogni nazione, che risponderà al Fuoco dello Spirito. Il Potere di Dio non dev’essere mai sottovalutato. Egli guiderà i Suoi lungo la loro marcia verso la vittoria. Egli spazzerà via qualunque rovo ostacoli il loro cammino. Egli li proteggerà con l’Aureola della Sua Protezione celeste e riempirà le loro anime con la saggezza e con la Verità.

Dio è Onnipresente: Egli è ovunque e vede tutto! Il potere di Satana è terrificante, ma lui non è onnipresente. Egli può solo diffondere la sua influenza attraverso le anime che lui e le sue schiere riescono ad ingannare. Il Potere di Dio può moltiplicarsi in ogni singola parte del mondo, in un istante. Ogni azione, buona, cattiva o neutrale, avviene con il libero arbitrio dell’uomo, il quale viene influenzato o dallo Spirito Santo o dallo spirito del male.

Il Potere di Dio prevarrà e, nel Gran Giorno del Signore, i Suoi nemici saranno impotenti e, mediante la Mano del Padre Mio, saranno gettati nell’abisso. La punizione più grande si abbatterà sopra i servitori consacrati di Dio che predicano delle falsità. Dal momento che essi sono stati benedetti con la Verità, ma l’hanno respinta allontanando deliberatamente le anime dalla Parola di Dio, il loro peccato sarà il peggiore di tutti e per tale motivo essi non potranno mai vedere il Volto di Dio.

Il vostro Gesù”

https://messaggidagesucristo.wordpress.com/2015/02/08/22-gennaio-2015-dio-e-onnipresente-egli-e-ovunque/


————-
La Vera Vita in Dio:

18 Febbraio, 1993

Signore, per quanto tempo ancora permetterai loro1 di provocarTi?

la prossima volta che parlerò loro, Io provocherò una tempesta!

Essi si sono burlati dei Tuoi consigli al Centro Ecumenico (a Città del Messico),2 si sono alzati e se ne sono andati nel mezzo della riunione. E, come sai, quelli che si opponevano più fermamente in seno al Consiglio Ecumenico delle Chiese, quelli che non vogliono la mia presenza qui, e nemmeno la riunione, erano proprio i miei.

ma Io, il Vincitore, li farò piegare doppiamente …. vedi, Vassula-della-Mia-Passione, abbi la Mia Pace, non cercare nulla all’infuori di Me! anima-della-Mia-Passione, va in mezzo alle nazioni e lascia a Me gli oppositori, Io toglierò coloro che si oppongono a Me dai loro Seggi e li piegherò doppiamente; abbi fiducia in Me, va in mezzo alle nazioni e ricorda a tutti il Mio Amore e che Gesù significa Salvatore, Redentore, e che l’immensità del Mio Amore per voi, sorpassa tutto …

non guardare né a destra né a sinistra, ricordati come, raccolta per la tua miseria, Mio Padre ti ha dato la Sua Pace affinché tu trasmetta a tutti questa Pace; Mio Padre, commosso della tua stupefacente debolezza, ha rivelato a te il Suo Santo Volto e, attraverso di te, agli altri; il Mio Santo Spirito, sedotto dalla tua nullità, ha trionfato su di te, ponendo il Suo Trono in te per regnare sulla tua anima, e Io ho riempito la tua anima con le Ricchezze del Mio Sacro Cuore;

presto, diletta della Mia Anima, un drappo bianco ti coprirà e ti avvolgerò Io Stesso nel Mio Cuore, assorbendoti nella Mia Luce; così, bimba-della-Mia-Passione-Ardente, permettiMi di utilizzare la tua piccola mano ancora per un poco,

scrivi: Io sono uscito dal Cielo per raggiungervi, ma Mi avete ascoltato? sono disceso dal Mio Trono per venire fino nella vostra camera per corteggiarvi e ricordarvi che siete gli eredi del Mio Regno; sono uscito dalla Mia Dimora e ho preso la strada del deserto alla vostra ricerca; il Maestro dei cieli non vi ha rifiutato il Suo Amore, mai! creazione, ho permesso ai tuoi occhi di guardare un Re nella Sua Bellezza, per attirarti;

per onorare il Mio Nome, Io ho risuscitato i morti perché ti predicassero il Mio Regno; dov’è la tua risposta? e voi che parlate d’Unità, pensate che parole vuote vi uniranno? chi tra voi è pronto a sacrificare i suoi agi per seguirMi? diteMi, chi fra voi sarà il primo a mettere fine alla Mia Agonia e ai Miei lamenti per l’Unità e la Pace, prima che venga l’Ora? quest’Ora che fa tremare tutti i Miei angeli;

qual’ è fra voi l’anima che seminerà nelle nazioni i Miei semi d’Amore e di Pace? chi, per la Mia Causa, seguirà fedelmente la Luce, invocando il Mio Nome giorno e notte? chi fra voi tutti sarà il primo a mettere i piedi nelle impronte sanguinanti dei Miei Passi? Mi cercate sinceramente? vedete, si avvicina il giorno in cui Io Mi appresto a venire con la folgore e con il Fuoco ma, con Mio grande sgomento, troverò molti di voi incoscienti e in un profondo sonno!

creazione, Io ti invio messaggero dopo messaggero per penetrare la tua sordità, ma ora sono stanco della tua resistenza e della tua apatia; sono stanco più che mai della tua freddezza; sono stanco della tua arroganza e della tua inflessibilità quando si tratta di operare per l’unità; tu hai riempito e ora fai traboccare il Calice dello Stupore; intossicati dalla vostra stessa voce, voi vi siete opposti alla Mia Voce, ma non sarà sempre così; presto cadrete poiché per le ingannatrici assurdità della vostra voce, vi siete opposti alla Mia Voce; naturalmente, la Mia Chiesa è in rovina a causa della vostra divisione; per mancanza di fede non mettete in pratica i Miei consigli né mettete in pratica i Miei desideri, ma Io mostrerò il vostro cuore a voi e al mondo intero; mostrerò come, nel segreto, progettiate di distruggere la Mia Legge;3

il sesto sigillo è sul punto d’essere aperto4 e voi sarete tutti immersi nell’oscurità e non ci sarà più alcuna luce poiché il fumo salendo dall’Abisso sarà come un fumo di una grande fornace che oscurerà il sole e l’atmosfera;5 e per il Mio Calice di Giustizia, vi farò essere simili a serpenti e a vipere, Io vi farò strisciare sul ventre e mangiare la polvere6 in quei giorni di oscurità; Io vi schiaccerò al suolo per ricordarvi che non siete migliori delle vipere… voi ansimerete e soffocherete nei vostri peccati;

nella Mia collera, Io vi calpesterò, nel Mio furore, vi schiaccerò con i piedi! vedete? i Miei quattro angeli stanno ora in trepidazione attorno al Mio Trono, in attesa dei Miei ordini; quando udirete il rumore del tuono e il chiarore della folgore, sappiate che è arrivata l’Ora della Mia Giustizia; la terra si scuoterà e, come una stella cadente, vacillerà dalle fondamenta7 smuovendo dal loro posto montagne e isole; saranno annientate nazioni intere; il cielo si ritirerà come un volume che si arrotola,8 come hai visto nella tua visione, figlia Mia;9 una grande agonia sopraggiungerà su tutti gli abitanti; e guai ai miscredenti! ascoltaMi: e se gli uomini oggi ti dicono: “ah, ma il Vivente avrà Pietà di noi, le tue profezie non vengono da Dio, ma dal tuo spirito”; dì loro: sebbene siate ritenuti esseri vivi, voi siete morti; la vostra incredulità vi condanna, poiché avete rifiutato di credere al Mio tempo di Misericordia e avete impedito alla Mia Voce di diffondersi, tramite i Miei portavoce, per avvertire e salvare le Mie creature, voi morirete egualmente come i perversi;

quando verrà l’Ora delle Tenebre, Io vi mostrerò il vostro stesso intimo; vi presenterò la vostra anima in tutti i suoi aspetti e, quando vedrete la vostra anima nera come il carbone, non solo sentirete un’angoscia come mai prima, ma in un dolore atroce, vi batterete il petto dicendo che il vostro nero interiore è di gran lunga peggiore delle tenebre che vi circondano;

in quanto a te,10 (…) in questo modo Io mostrerò alle nazioni la Mia Giustizia e tutte le nazioni sentiranno il Mio verdetto quando giungerà quest’Ora; Io renderò la vita umana rara come mai prima; allora, quando la Mia collera sarà placata, insedierò il Mio Trono in ciascuno di voi e insieme, con una voce sola, e un sol cuore e un unico linguaggio Mi loderete, Me l’Agnello;

per oggi basta, Mia Vassula; non essere amara col tuo stesso popolo, e, anima, non sconvolgere più il tuo cuore; Io ti mostrerò al mondo come un segno d’unità; tu sei contraddetta e rifiutata, ma ora sai perché: è perché l’unità è male accolta, come è male accolto l’Amore in molti cuori; manca la sincerità ….

vieni, noi?

Sì, mio Signore …”

http://www.tlig.org/it/messages/779

 
 

————-
Cattolico romano:
” Primo libro di Samuele 17,32-33.37.40-51.
Davide disse a Saul: “Nessuno si perda d’animo a causa di costui. Il tuo servo andrà a combattere con questo Filisteo”.
Saul rispose a Davide: “Tu non puoi andare contro questo Filisteo a batterti con lui: tu sei un ragazzo e costui è uomo d’armi fin dalla sua giovinezza”.
Davide aggiunse: “Il Signore che mi ha liberato dalle unghie del leone e dalle unghie dell’orso, mi libererà anche dalle mani di questo Filisteo”. Saul rispose a Davide: “Ebbene và e il Signore sia con te”.
Poi prese in mano il suo bastone, si scelse cinque ciottoli lisci dal torrente e li pose nel suo sacco da pastore che gli serviva da bisaccia; prese ancora in mano la fionda e mosse verso il Filisteo.
Il Filisteo avanzava passo passo, avvicinandosi a Davide, mentre il suo scudiero lo precedeva.
Il Filisteo scrutava
Davide e, quando lo vide bene, ne ebbe disprezzo, perché era un ragazzo, fulvo di capelli e di bell’aspetto.
Il Filisteo gridò verso Davide: “Sono io forse un cane, perché tu venga a me con un bastone?”. E quel Filisteo maledisse Davide in nome dei suoi dei.

Poi il Filisteo gridò a Davide: “Fatti avanti e darò le tue carni agli uccelli del cielo e alle bestie selvatiche”.
Davide rispose al Filisteo: “Tu vieni a me con la spada, con la lancia e con l’asta. Io vengo a te nel nome del Signore degli eserciti, Dio delle schiere d’Israele, che tu hai insultato.
In questo stesso giorno, il Signore ti farà cadere nelle mie mani. Io ti abbatterò e staccherò la testa dal tuo corpo e getterò i cadaveri dell’esercito filisteo agli uccelli del cielo e alle bestie selvatiche; tutta la terra saprà che vi è un Dio in Israele.
Tutta questa moltitudine saprà che il Signore non salva per mezzo della spada o della lancia, perché il Signore è arbitro della lotta e vi metterà certo nelle nostre mani”.
Appena il Filisteo si mosse avvicinandosi
incontro a Davide, questi corse prontamente al luogo del combattimento incontro al Filisteo.
Davide cacciò la mano nella bisaccia, ne trasse una pietra, la lanciò con la fionda e colpì il Filisteo in fronte. La pietra s’infisse nella fronte di lui che cadde con la faccia a terra.

Così Davide ebbe il sopravvento sul Filisteo con la fionda e con la pietra e lo colpì e uccise, benché Davide non avesse spada.
Davide fece un salto e fu sopra il Filisteo, prese la sua spada, la sguainò e lo uccise, poi con quella gli tagliò la testa. I Filistei videro che il loro eroe era morto e si diedero alla fuga.

Salmi 144(143),1.2.9-10.
Benedetto il Signore,
mia roccia,
che addestra le mie mani alla guerra,
le mie dita alla battaglia.
Mia grazia e mia fortezza,
mio rifugio e mia liberazione,
mio scudo in cui confido,
colui che mi assoggetta i popoli.

Mio Dio, ti canterò un canto nuovo,
suonerò per te sull’arpa a dieci corde;
a te, che dai vittoria al tuo consacrato,
che liberi Davide tuo servo.


Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Marco 3,1-6.
In quel tempo, Gesù entrò di nuovo nella sinagoga. C’era un uomo che aveva una mano inaridita,
e lo osservavano per vedere se lo guariva in giorno di sabato per poi accusarlo.
Egli disse all’uomo che aveva la mano inaridita: «Mettiti nel mezzo!».
Poi domandò loro: «E’ lecito in giorno di sabato fare il bene o il male, salvare una vita o toglierla?».
Ma essi tacevano. E guardandoli tutt’intorno con indignazione, rattristato per la durezza dei loro cuori, disse a quell’uomo: «Stendi la mano!». La stese e la sua mano fu risanata.
E i farisei uscirono subito con gli erodiani e tennero consiglio contro di lui per farlo morire.”
 
 
 

—————-
Ortodosso:
11 La sorgente getta forse dalla medesima apertura il dolce e l’amaro? 12 Può forse, fratelli miei, un fico produrre olive, o una vite fichi? Neppure una sorgente salata può dare acqua dolce[a].

Sapienza umana e sapienza che viene dall’alto

13 Chi fra voi è saggio e intelligente? Mostri con la buona condotta le sue opere compiute con mansuetudine e saggezza. 14 Ma se avete nel vostro cuore amara gelosia e spirito di contesa, non vi vantate e non mentite contro la verità. 15 Questa non è la saggezza che scende dall’alto; ma è terrena, naturale[b] e diabolica. 16 Infatti, dove c’è invidia e contesa, c’è disordine e ogni cattiva azione. 17 La saggezza che viene dall’alto anzitutto è pura; poi pacifica, mite, conciliante, piena di misericordia e di buoni frutti, imparziale, senza ipocrisia. 18 Il frutto della giustizia si semina nella pace per coloro che si adoperano per la pace.

L’amicizia del mondo è inimicizia verso Dio

Da dove vengono le guerre e le contese tra di voi? Non derivano forse dalle passioni che si agitano nelle vostre membra? Voi bramate e non avete; voi uccidete e invidiate e non potete ottenere; voi litigate e fate la guerra; non avete, perché non domandate; domandate e non ricevete, perché domandate male per spendere nei vostri piaceri.

O gente adultera[c], non sapete che l’amicizia del mondo è inimicizia verso Dio? Chi dunque vuole essere amico del mondo si rende nemico di Dio. Oppure pensate che la Scrittura dichiari invano che: «Lo Spirito che egli ha fatto abitare in noi ci brama fino alla gelosia»[d]? Anzi, egli ci accorda una grazia maggiore; perciò la Scrittura dice:

«Dio resiste ai superbi e dà grazia agli umili»[e].

—————-

11 Egli disse loro: «Chiunque manda via sua moglie e ne sposa un’altra, commette adulterio verso di lei; 12 e se lei ripudia[a] suo marito e ne sposa un altro, commette adulterio».

Gesù benedice i bambini

13 Gli presentavano dei bambini perché li toccasse; ma i discepoli sgridavano coloro che glieli presentavano[b]. 14 Gesù, veduto ciò, si indignò e disse loro: «Lasciate che i bambini vengano da me; non glielo vietate[c], perché il regno di Dio è di chi è come loro. 15 In verità io vi dico che chiunque non avrà ricevuto il regno di Dio come un bambino, non vi entrerà affatto». 16 E, presili in braccio, li benediceva ponendo le mani su di loro.

—–
————-
One world religion has begun
https://www.youtube.com/watch?v=ya3XGZxb1XU

World Alliance of Religions for Peace Summit – Signing Ceremony
https://www.youtube.com/watch?v=plfEiPT6FlQ

Con la sapienza, sopraggiunge la capacità di capire la Verità

il libro della verità:
Mercoledì, 21 gennaio 2015, alle ore 20:24
Mia amatissima figlia, la sapienza è un Dono dato all’uomo grazie al Potere dello Spirito Santo. Malgrado tutte le ricchezze, i poteri e le pietre preziose che l’uomo può raccogliere sulla Terra, egli non ha nulla se non possiede il Dono della sapienza.

Con la sapienza, sopraggiunge la capacità di capire la Verità, la quale fu rivelata da Dio al genere umano per mezzo dei profeti. La sapienza, purtroppo, è una cosa rara nel mondo d’oggi. Cedendo a tutte le cose che l’uomo ha creato per l’uomo, voi non riuscirete a capire tutto ciò che è nascosto sotto la coltre dei seducenti e rassicuranti fumi che ricoprono il mondo; questo a causa della ricerca dell’uomo per ogni genere di piacere, ogni atto, ogni parola e stimolazione spirituale che non vengono da Dio.

L’uomo è venuto al mondo nudo, fragile e dipendente dagli altri per nutrirsi e vestirsi. È nato con un corpo ed un’anima, e lascerà il mondo senza portarsi appresso niente, compresi gli abiti che indossa. L’uomo impara dall’uomo, ma deve anche imparare dalla Parola di Dio. Qualsiasi ulteriore conoscenza può essere un grande vantaggio, ma se viene usata incautamente può causare dei terribili dolori agli altri. Se la conoscenza venisse usata con saggezza, potrebbe realizzare il Piano di Dio per aiutare e nutrire i Suoi figli.

Il genere umano viene ingannato in merito alla Verità. Questo grande inganno assorbe la conoscenza e lo spirito umano s’inaridisce. Il peccato non è più solo semplicemente accettato, ma è considerato una virtù. Ora la virtù viene disapprovata e presto, la semplice menzione del Mio Nome in pubblico sarà considerata un crimine.

L’influenza del diavolo distorce la mente umana e rigira ogni cosa al contrario. Il diavolo è l’antitesi di Dio e così, se Dio dice che qualcosa è giusto, allora il maligno vi convincerà che è sbagliato. Il bene verrà considerato male e un’azione o una parola malvagia verranno dichiarate buone. Ogni peccato, deplorevole agli Occhi di Dio, verrà giustificato e questo includerà ogni forma di male.

Il peccato non verrà mai citato nella nuova, veniente, chiesa mondiale e le azioni compiute da coloro che desiderano sostenere la Parola di Dio diventeranno illegali. E così la sapienza, un Dono di Dio, verrà a mancare nella vostra società, mentre il genere umano adotterà dei comportamenti che sono condannati da Dio.

Se il mondo vi dicesse d’ignorare la Parola di Dio ed insistesse affinché voi partecipaste a degli atti che portano al peccato mortale, allora Io non vi potrei salvare. L’uomo viene incitato ad applaudire ogni subdola legge che rifiuti la Parola di Dio ed i Miei nemici sono estremamente attivi nel manipolare il corso della storia.

Tutte le cose buone, che scaturiscono dalla Fede Cristiana, presto scompariranno, fino a quando verrà il giorno in cui sarete perseguitati per aver ricevuto i Santi Sacramenti. Tuttavia, per ogni atto malvagio compiuto da coloro che Mi disprezzano, Dio verserà il Suo Spirito sui Suoi per contrastare questo male. Se Egli non facesse questo, avrebbe poca speranza di recuperare i Suoi figli dalla morsa delle tenebre. Satana ha manifestato la sua influenza in ogni parte del mondo. Coloro che egli seduce sono i suoi agenti volontari, i quali provano piacere quando vincono ogni opposizione del popolo di Dio, allo scopo di mettere il mondo in ginocchio. Dio però, a causa del Suo Amore per voi, farà in modo che la Sapienza, concessa all’uomo attraverso il Potere dello Spirito Santo, divenga l’armatura che i Suoi leali servitori useranno per guidare le persone lontano dal fumo di Satana.

La Luce di Dio risplenderà intensamente in mezzo al Suo popolo e, sotto la Sua Protezione, essi sosterranno la Sua Parola guidando gli altri verso lo Spirito di sapienza. Le anime che Mi conoscono veramente saranno attratte dal Dono Divino della sapienza, poiché essa risplenderà come il sole e porterà conforto a tutto il popolo di Dio, che sarà altresì disprezzato ogni qual volta professerà apertamente il proprio amore per Dio.

Il male non prevarrà sul Dono della sapienza, né lo potrebbe, che Dio a breve lascerà in eredità a tutti coloro che Lo amano. Allora nulla potrà più avversare la Via di Dio, mentre Egli avanzerà per radunare ogni nazione nelle Sue Amorevoli e Sicure Braccia.

Tutte le religioni, tutte le anime e tutte le nazioni riceveranno il Dono della sapienza. Essa però potrà essere ricevuta solo da coloro che amano veramente Dio, poiché solo attraverso il proprio amore per Lui, essi saranno in grado di pregare per quanti non vogliono avere nulla a che fare con Lui.

Il vostro Gesù”

https://messaggidagesucristo.wordpress.com/2015/02/03/21-gennaio-2015-con-la-sapienza-sopraggiunge-la-capacita-di-capire-la-verita/

“…

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Marco 2,18-22.
In quel tempo, i discepoli di Giovanni e i farisei stavano facendo un digiuno. Si recarono allora da Gesù e gli dissero: «Perché i discepoli di Giovanni e i discepoli dei farisei digiunano, mentre i tuoi discepoli non digiunano?».
Gesù disse loro:
«Possono forse digiunare gli invitati a nozze quando lo sposo è con loro? Finché hanno lo sposo con loro, non possono digiunare.
Ma verranno i giorni in cui sarà loro tolto lo
sposo e allora digiuneranno.
Nessuno cuce una toppa di panno grezzo su un vestito vecchio; altrimenti il rattoppo nuovo squarcia il vecchio e si forma uno strappo peggiore.
E nessuno versa vino nuovo in otri vecchi, altrimenti il vino spaccherà gli otri e si perdono vino e otri, ma vino nuovo in otri nuovi».”
 
 
 

————-
La Vera Vita in Dio:

13 Ottobre, 1991

Mio Signore, solo tu
sei nel mio cuore.
A poco a poco Tu mi correggi;
hai conquistato il mio cuore
ricoprendomi di benedizioni.
Ma ora io sto facendo la Tua Volontà?
Sono vicina a Te e Ti sto seguendo?
Sto aiutando il mio prossimo
con tutte le mie possibilità?
Seguo i Tuoi Comandamenti?
Godo ancora del Tuo favore?

impara ad appoggiarti a Me; – figlia Mia, vuoi continuare a portare la Croce che ti ho predestinato?

Lo voglio, purché non Ti perda e sia unita e uno con Te.

sai che cosa significa e cosa richiede?

Sacrificio, umiliazione, umiltà, annullamento, amore, fede, speranza, docilità, abnegazione, preghiera, preghiera, preghiera, pazienza, penitenza, mortificazione, sofferenza, digiuno e fiducia in Te? E uno spirito di perdono.

hai detto bene, ma non basta solamente sapere queste cose; vuoi restare nella Mia grazia? allora devi mettere in pratica ogni cosa che hai menzionato; il Regno dei Cieli è come un premio, chi lo vince lo terrà molto caro; inoltre, il Regno dei Cieli sarà dato a coloro che giungeranno con le mani piene di buoni frutti – e così, Mia Vassula, Io intendo ricostruire la Mia Chiesa sulle virtù che hai elencato; se tu cammini con Me non ti perderai; non essere tentata di guardare a destra o a sinistra; come ho detto ai Miei discepoli: “non salutate nessuno lungo la strada”;1 tu dici di volerMi servire, allora devi seguirMi con la Mia Croce di Pace, di Amore e di Unità per glorificarMi; non guardare con costernazione le altre croci che Io pongo sul tuo cammino, poiché vengono tutte da Me; glorificaMi; la tua tavola è sempre colma e il tuo calice traboccante, allora non ti lamentare per nulla; di quando in quando sonderò ed esaminerò il tuo Amore per Me per innalzarti spiritualmente; non trascinare i tuoi piedi dietro di Me, segui con letizia il Mio passo; quando sei affaticata riposa in Me e permettiMi di riposare in te quando sono stanco;

– ascolta ora il tuo Santo: non lasciarti trascinare da venti contrari, figlia Mia, fissati in Me e non sarai sradicata; arricchisci la Mia Chiesa con tutta la Conoscenza che ti ho dato e riferisci loro che il Cuore del Signore è un Abisso d’Amore, tuttavia nessuno uomo è pienamente consapevole delle sue profondità e nemmeno delle sue ricchezze;

Io so che sei fragile, figlia Mia, ma ti sono mai mancate risorse? confida in Me, confida in Me sii il riflesso di quello che sarà l’Unità; non essere come quelli che perseverano nel differenziarsi sotto il Mio Santo Nome; non essere come quelli che fingono che l’Unità risulti loro gratificante e le loro parole restano morte senza raggiungere alcun risultato se non quello di provocare lo sdegno del Padre; sia il Padre che Io aborriamo le loro discussioni che sono l’opposto di quello che pensano; eppure nulla Mi trattiene dal gridare a questi uomini di potere:

“scendete! scendete dai vostri troni e cadano le scaglie dai vostri occhi perché possiate vedere in quale desolazione avete precipitato la Mia Casa! voi avete saccheggiato il Mio Santuario e tutto quello che conteneva! avete spezzato il bastone del Pastore non solo in due, ma l’avete frantumato! oggi però, aprite i vostri occhi e guardate! tenete aperti gli occhi e potrete riconoscere la povertà, i vestiti di sacco e l’andare a piedi nudi; tenete aperti gli occhi e con un solo sguardo riconoscete il Mio Cuore;”

– Io potrei pronunziare soltanto una parola nelle loro assemblee e con questa unica parola unire la Mia Chiesa; ma la gloria dal Cielo Mi sarà data dalla Povertà, dalla Miseria e da coloro che sono considerati spregevoli; Io avrò la Mia Casa riparata da estranei, perché susciterò in loro uno spirito di zelo e uno spirito di fedeltà; allora le vostre riserve saranno di nuovo colmate e i vostri tini traboccanti del Mio nuovo vino;

se dite di amarMi e vi ritenete sotto il Mio Nome, allora, per l’Amore del Mio Santo Nome e per il bene del Mio Amore:

unite le Mie chiese;

il vero cristiano è colui che è cristiano nell’intimo e la vera Unità è e sarà nei cuori; l’Unità non sarà nella parola, ma nello spirito; –

se tu Mi ami, figlia Mia, come tu dici, abbraccia la Croce che ti ho dato; i tuoi piedi allora non inciamperanno, nulla al mondo L’uguaglia; il tuo sguardo non si distolga mai dal Mio Sguardo;

allieva? vieni, seguiMi …”

http://www.tlig.org/it/messages/662


————-
Cattolico romano:
” Primo libro di Samuele 16,1-13.
E il Signore disse a Samuele: “Fino a quando piangerai su Saul, mentre io l’ho rigettato perché non regni su Israele? Riempi di olio il tuo corno e parti. Ti ordino di andare da Iesse il Betlemmita, perché tra i suoi figli mi sono scelto un re”.
Samuele rispose: “Come posso andare? Saul lo verrà a sapere e mi ucciderà”. Il Signore soggiunse: “Prenderai con te una giovenca e dirai: Sono venuto per sacrificare al Signore.
Inviterai quindi Iesse al sacrificio. Allora io ti indicherò quello che dovrai fare e tu ungerai colui che io ti dirò”.
Samuele fece quello che il Signore gli aveva comandato e venne a Betlemme; gli anziani della città gli vennero incontro trepidanti e gli chiesero: “È di buon augurio la tua venuta?”.
Rispose: “È di buon augurio. Sono venuto per sacrificare al Signore. Provvedete a purificarvi, poi venite con me al sacrificio”. Fece purificare anche Iesse e i suoi figli e li invitò al sacrificio.
Quando Iesse e i suoi figli gli furono davanti, egli osservò Eliab e chiese: “È forse davanti al Signore il suo consacrato?”.
Il Signore rispose a Samuele: “Non guardare al suo aspetto né all’imponenza della sua statura. Io l’ho scartato, perché io non guardo ciò che guarda l’uomo. L’uomo guarda l’apparenza, il Signore guarda il cuore”.
Iesse fece allora venire Abìnadab e lo presentò a Samuele, ma questi disse: “
Nemmeno su costui cade la scelta del Signore”.
Iesse fece passare Samma e quegli disse: “
Nemmeno su costui cade la scelta del Signore”.
Iesse presentò a Samuele i suoi sette figli e Samuele ripetè a Iesse: “Il Signore non ha scelto
nessuno di questi”.
Samuele chiese a Iesse: “Sono qui tutti i giovani?”. Rispose Iesse: “Rimane ancora il più piccolo che ora sta a pascolare il gregge”. Samuele ordinò a Iesse: “Manda a prenderlo, perché non ci metteremo a tavola prima che egli sia venuto qui”.
Quegli mandò a chiamarlo e lo fece venire. Era fulvo, con begli occhi e gentile di aspetto. Disse il Signore: “Alzati e ungilo: è lui!”.
Samuele prese il corno dell’olio e lo
consacrò con l’unzione in mezzo ai suoi fratelli, e lo spirito del Signore si posò su Davide da quel giorno in poi.

Salmi 89(88),20.21-22.27-28.
Un tempo parlasti in visione ai tuoi santi dicendo:
“Ho portato aiuto a un prode,
ho innalzato un eletto tra il mio popolo.
Ho trovato Davide, mio servo,
con il mio santo olio l’ho consacrato;
la mia mano è il suo sostegno,
il mio braccio è la sua forza.
Egli mi invocherà: Tu sei mio padre,

mio Dio e roccia della mia salvezza.
Io lo costituirò mio primogenito,
il più alto tra i re della terra.


Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Marco 2,23-28.
In giorno di sabato, Gesù passava per i campi di grano, e i discepoli, camminando, cominciarono a strappare le spighe.
I farisei gli dissero: «Vedi, perché essi fanno di sabato quel che non è permesso?».
Ma egli rispose loro:
«Non avete mai letto che cosa fece Davide quando si trovò nel bisogno ed ebbe fame, lui e i suoi compagni?
Come entrò nella casa di Dio, sotto il sommo sacerdote Abiatàr, e
mangiò i pani dell’offerta, che soltanto ai sacerdoti è lecito mangiare, e ne diede anche ai suoi compagni?».
E diceva loro: «Il sabato è stato fatto per l’uomo e non l’uomo per il sabato!
Perciò il Figlio dell’uomo è signore anche del sabato».”
 
 

—————-
Ortodosso:

Esortazione a tenere a freno la lingua

3.1 Fratelli miei, non siate in molti a fare da maestri, sapendo che ne subiremo un più severo giudizio, poiché manchiamo tutti in molte cose. Se uno non sbaglia nel parlare è un uomo perfetto, capace di tenere a freno anche tutto il corpo. Se mettiamo il freno in bocca ai cavalli perché ci ubbidiscano[a], noi possiamo guidare anche tutto il loro corpo. Ecco, anche le navi, benché siano così grandi e siano spinte da venti impetuosi, sono guidate da un piccolo timone, dovunque vuole il timoniere. Così anche la lingua è un piccolo membro, eppure si vanta di grandi cose. Osservate: un piccolo fuoco può incendiare una grande foresta! Anche la lingua è un fuoco, è il mondo dell’iniquità. Posta com’è fra le nostre membra, contamina tutto il corpo e, infiammata dalla geenna, dà fuoco al ciclo della vita[b]. Ogni specie di bestie, uccelli, rettili e animali marini si può domare, ed è stata domata dalla razza umana; ma la lingua, nessun uomo la può domare; è un male continuo, è piena di veleno mortale. Con essa benediciamo il Signore e Padre[c]; e con essa malediciamo gli uomini che sono fatti a somiglianza di Dio. 10 Dalla medesima bocca escono benedizioni e maledizioni. Fratelli miei, non dev’essere così.

——————————-

“… Dei farisei[a] si avvicinarono a lui per metterlo alla prova, dicendo: «È lecito a un marito mandar via la moglie?» Egli rispose loro: «Che cosa vi ha comandato Mosè?» Essi dissero: «Mosè permise di scrivere un atto di ripudio e di mandarla via[b]». Gesù [, rispondendo,] disse loro: «È per la durezza del vostro cuore che Mosè scrisse per voi quella norma; ma al principio della creazione [Dio] li fece maschio e femmina[c]. Perciò l’uomo lascerà suo padre e sua madre {e si unirà a sua moglie}, e i due saranno una sola carne.[d] Così non sono più due, ma una sola carne. L’uomo, dunque, non separi quel che Dio ha unito».

10 In casa i [suoi] discepoli lo interrogarono di nuovo sullo stesso argomento. 11 Egli disse loro: «Chiunque manda via sua moglie e ne sposa un’altra, commette adulterio verso di lei; 12 e se lei ripudia[e] suo marito e ne sposa un altro, commette adulterio».

—–

“… Il peccato non verrà mai citato nella nuova, veniente, chiesa mondiale e le azioni compiute da coloro che desiderano sostenere la Parola di Dio diventeranno illegali. E così la sapienza, un Dono di Dio, verrà a mancare nella vostra società, mentre il genere umano adotterà dei comportamenti che sono condannati da Dio.Se il mondo vi dicesse d’ignorare la Parola di Dio ed insistesse affinché voi partecipaste a degli atti che portano al peccato mortale, allora Io non vi potrei salvare. L’uomo viene incitato ad applaudire ogni subdola legge che rifiuti la Parola di Dio ed i Miei nemici sono estremamente attivi nel manipolare il corso della storia. …”

L’Avvertimento aiuterà il mondo a combattere la più grande apostasia di tutti i tempi

il libro della verità:

“Martedì, 20 gennaio 2015, alle ore 20:40

Mia amatissima figlia, quando l’Avvertimento avrà luogo, questo sarà la prima tappa della preparazione alla Mia Seconda Venuta. A coloro che non Mi accetteranno, verrà data la straordinaria possibilità di prendere tempo per riflettere sulla Verità, tale è l’estensione della Mia Grande Misericordia.

Vi prego di attendere questo Giorno con grande gioia, poiché sarà in quel momento che i non credenti finalmente si renderanno conto di Chi Sono Io. Essi verranno scossi dalla loro apatia e saranno pieni di stupore.

L’Avvertimento aiuterà il mondo a combattere la più grande apostasia di tutti i tempi. Volgendovi a Me, durante questi quindici minuti di completa solitudine, e chiedendoMi di perdonarvi, verrete colmati con il Dono dello Spirito Santo. A quel punto dovete prepararvi a combattere, in modo da aiutare gli altri a realizzare il loro glorioso futuro.

Mentre l’Avvertimento infiammerà la fede dei fedeli e convertirà molti, ci sarà un gran numero di persone, tra cui dei sacerdoti e dei membri più ragguardevoli del clero, i quali negheranno che esso abbia avuto luogo. Essi trascineranno molti lontano da Me e di conseguenza saranno giudicati severamente. L’Illuminazione della Coscienza porterà con sé una grande emanazione d’amore da coloro i cui nomi sono contenuti nel Libro della Vita. Queste sono le persone – ed esse comprendono molti non credenti – che si convertiranno e combatteranno per salvare i loro fratelli e le loro sorelle.

Il Mio Tempo sarà usato per attirare verso di Me, coloro che non Mi conoscono affatto, ma che tuttavia verranno a Me quando saranno testimoni di questo Grande Evento. Essi Mi riconosceranno all’istante e risponderanno nel miglior modo possibile.

Tutti questi eventi avverranno presto e, mentre le profezie date all’uomo sin dal principio si realizzeranno pian piano, esse avranno perfettamente senso. Molte delle profezie trasmesse nel Libro della Rivelazione, furono scritte in modo tale che le persone le comprendessero mediante l’uso di simboli. La realtà è diversa, ma sappiate quanto segue. L’Intervento, grazie a Me, cambierà il mondo per sempre. Dopo di che, coloro che sono in Mio favore e Mi amano, Mi aiuteranno a portare la Vita Eterna a miliardi di persone.

Il vostro Gesù

https://messaggidagesucristo.wordpress.com/2015/02/01/20-gennaio-2015-lavvertimento-aiutera-il-mondo-a-combattere-la-piu-grande-apostasia-di-tutti-i-tempi/

————-
La Vera Vita in Dio:

17 Gennaio, 1993

(Vigilia della settimana dell’unità – Los Angeles)

Signore, io prego, come hai pregato Tu:
possiamo tutti essere uno,
come il Padre è in Te
e Tu in Lui,
affinché il resto del mondo
creda che è
il Padre che Ti ha mandato;
per questo, io prego anche per le pecore
che non sono del Tuo Ovile,
affinché anch’esse ascoltino la Tua Voce,
Io prego per i Musulmani,
gli Ebrei e tutti gli altri,
affinché d’ora in poi
possano venire ad amarTi.
Amen

Io ti ho udito, Io ti ho udito, amica Mia; alla fine, tutti Mi adoreranno;

18 Gennaio, 1993

(Sacramento)

(Oggi è il mio compleanno e il primo giorno della settimana dell’Unità. Una volta, era anche la Solennità della Cattedra di San Pietro. Oggi sono stata invitata dal Rev.mo vescovo Mons. Francis A. Quinn a parlare nella cattedrale del SS. Sacramento. Nel pomeriggio, poco prima della riunione, le persone che mi avevano invitata, mi hanno offerto un regalo. Appena l’ho visto, ho sentito che veniva da Gesù poiché il 21 Ottobre 1992 Egli mi aveva detto: …. “rallegrati ed esulta, poiché al tuo turno, Io ti passerò il Mio Calice …. intendo condurre nazione dopo nazione a vivere sotto la Mia ombra e a credere che il Padre Mi ha mandato; sì, verrà il Giorno in cui tutti i signori della terra, i governatori e i capi, i ricchi e i potenti e infine ogni uomo Mi riconosceranno come il Cristo, il Figlio del Dio Vivente; e in ogni luogo, gli uomini innalzeranno le loro mani con rispetto, in preghiera e in adorazione, con una sola voce e con un cuore solo…” e questo è ciò che mi hanno offerto: un Calice placcato d’ oro. Su di esso sono incise queste parole:

Che essi siano una sola cosa
Festa dell’Unità dei Cristiani
18 Gennaio 1993

Poi, dopo il mio discorso in cattedrale, i due vescovi presenti hanno concelebrato la Santa Messa usando il mio Calice per consacrarvi il Prezioso Sangue di Gesù. La Messa era cantata dalla corale della cattedrale. Tutto era molto solenne.

Mentre tenevo la conferenza nella Cattedrale, e guardavo la folla, stimata in milleottocento persone circa, che si era accalcata, provavo un senso di tristezza. Ero inviata dal Signore per fare un discorso sull’Unità e presenti erano forse il 98% di Cattolici Romani; “ma degli uomini del mio popolo1 nessuno era con me”; c’erano persino Musulmani e Israeliti nella Cattedrale … Ma il Signore aveva riservato più tardi il Suo regalo a sorpresa. – Esattamente prima della Messa, è arrivato un prete ortodosso con il suo assistente. Dopo la Messa egli mi ha chiesto di parlarmi. Ci siamo incontrati nella sacrestia e ho capito ciò che il Signore mi aveva detto: “la Russia sarà il paese che Mi glorificherà di più”. Era un prete russo ortodosso …

Nelle tenebre della nostra divisione, splenderà un piccolo barlume di speranza per l’unità. Questo piccolo barlume di speranza è la Russia. L’unità si farà attraverso la Russia, ed essa glorificherà Dio! Ho detto al prete russo che lui era il mio regalo di compleanno di Gesù. Il suo nome è padre Vassili che è il maschile del mio nome, Vassula.

L’altro segno che l’unità si farà attraverso la Russia è che, quando ho domandato al Signore di scegliere una preghiera d’introduzione, Egli ha scelto la preghiera di un prete russo: il padre Sergei Bulgakov. Il Signore m’aveva chiesto di aprire un libro a caso, cosa che ho prontamente fatto, e la prima cosa cadutami sotto gli occhi è stata questa preghiera, che avevo già scritto il 29 Dicembre 1989. Eccola qui nuovamente:

“Oh Gesù Cristo,
nostro Signore e Salvatore,
Tu ci hai promesso
di abitare con noi per sempre.
Tu hai veramente chiamato tutti i Cristiani
ad avvicinarsi e a condividere
il Tuo Corpo e il Tuo Sangue.
Ma il nostro peccato ci ha divisi
e non abbiamo più modo di partecipare
alla Tua Santa Eucaristia insieme.
Noi confessiamo questo nostro peccato
e Ti preghiamo, perdonaci
e aiutaci ad intraprendere
le vie della riconciliazione
secondo la Tua Volontà.
Infiamma i nostri cuori
con il fuoco dello Spirito Santo,
donaci lo spirito
di sapienza e di fede,
di audacia e di pazienza,
d’umiltà e di fermezza,
d’amore e di pentimento,
grazie alle preghiere
della Santissima Madre di Dio
e di tutti i santi.
Amen”)”

http://www.tlig.org/it/messages/776

————-
Cattolico romano:
” Primo libro di Samuele 15,16-23.
Rispose Samuele a Saul: “Basta! Lascia che ti annunzi ciò che il Signore mi ha rivelato questa notte”. E Saul gli disse: “Parla!”.
Samuele cominciò: “Non sei tu capo delle tribù d’Israele, benché piccolo ai tuoi stessi occhi? Non ti ha forse il Signore consacrato re d’Israele?
Il Signore ti aveva mandato per una spedizione e aveva detto: Và, vota allo sterminio quei peccatori di Amaleciti, combattili finché non li avrai distrutti.
Perché dunque non hai ascoltato la voce del Signore e ti sei attaccato al bottino e hai fatto il male agli occhi del Signore?”.
Saul insistè con Samuele: “Ma io ho obbedito alla parola del Signore, ho fatto la spedizione che il Signore mi ha ordinato, ho condotto Agag re di Amalek e ho sterminato gli Amaleciti.
Il popolo poi ha preso dal bottino pecore e armenti, primizie di ciò che è votato allo sterminio per sacrificare al Signore tuo Dio in Gàlgala”.
Samuele esclamò: “Il Signore forse gradisce gli olocausti e i sacrifici come obbedire alla voce del Signore? Ecco, obbedire è meglio del sacrificio, essere docili è più del grasso degli arieti.
Poiché peccato di divinazione è la ribellione, e iniquità e terafim l’insubordinazione. Perché hai rigettato la parola del Signore, Egli ti ha rigettato come re”.


Salmi 50(49),8-9.16bc-17.21.23.
Non ti rimprovero per i tuoi sacrifici;
i tuoi olocausti mi stanno sempre davanti.
Non prenderò giovenchi dalla tua casa,
né capri dai tuoi recinti.
Perché vai ripetendo i miei decreti
e hai sempre in bocca la mia alleanza,
tu che detesti la disciplina
e le mie parole te le getti alle spalle?

Hai fatto questo e dovrei tacere?
forse credevi ch’io fossi come te!
Ti rimprovero: ti pongo innanzi i tuoi peccati.
“Chi offre il sacrificio di lode, questi mi onora,

a chi cammina per la retta via
mostrerò la salvezza di Dio.”


Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Marco 2,18-22.
In quel tempo, i discepoli di Giovanni e i farisei stavano facendo un digiuno. Si recarono allora da Gesù e gli dissero: «Perché i discepoli di Giovanni e i discepoli dei farisei digiunano, mentre i tuoi discepoli non digiunano?».
Gesù disse loro:
«Possono forse digiunare gli invitati a nozze quando lo sposo è con loro? Finché hanno lo sposo con loro, non possono digiunare.
Ma verranno i giorni in cui sarà loro tolto lo sposo e allora digiuneranno.
Nessuno cuce una toppa di panno grezzo su un vestito vecchio; altrimenti il rattoppo nuovo squarcia il vecchio e si forma uno strappo peggiore.
E nessuno versa vino nuovo in otri vecchi, altrimenti il vino spaccherà gli otri e si perdono vino e otri, ma vino nuovo in otri nuovi».”
 
 
 


—————-
Ortodosso:
Sapienza 3[ 1] Le anime dei giusti, invece, sono nelle mani di Dio,
nessun tormento le toccherà.

[2] Agli occhi degli stolti parve che morissero;
la loro fine fu ritenuta una sciagura,

[3] la loro partenza da noi una rovina,
ma essi sono nella pace.

[4] Anche se agli occhi degli uomini subiscono castighi,
la loro speranza è piena di immortalità.

[5] Per una breve pena riceveranno grandi benefici,
perché Dio li ha provati
e li ha trovati degni di sé:

[6] li ha saggiati come oro nel crogiuolo
e li ha graditi come un olocausto.

[7] Nel giorno del loro giudizio risplenderanno;
come scintille nella stoppia, correranno qua e là.

[8] Governeranno le nazioni, avranno potere sui popoli
e il Signore regnerà per sempre su di loro.

[9] Quanti confidano in lui comprenderanno la verità;
coloro che gli sono fedeli
vivranno presso di lui nell’amore,
perché grazia e misericordia
sono riservate ai suoi eletti.”
http://www.vatican.va/archive/ITA0001/__PKN.HTM

 

“…  [15] I giusti al contrario vivono per sempre,
la loro ricompensa è presso il Signore
e l’Altissimo ha cura di loro.

[16] Per questo riceveranno una magnifica corona regale,
un bel diadema dalla mano del Signore,
perché li proteggerà con la destra,
con il braccio farà loro da scudo.

[17] Egli prenderà per armatura il suo zelo
e armerà il creato per castigare i nemici;

[18] indosserà la giustizia come corazza
e si metterà come elmo un giudizio infallibile;

[19] prenderà come scudo una santità inespugnabile;

[20] affilerà la sua collera inesorabile come spada
e il mondo combatterà con lui contro gli insensati.

[21] Scoccheranno gli infallibili dardi dei fulmini,
e come da un arco ben teso,
dalle nubi, colpiranno il bersaglio;

[22] dalla fionda saranno scagliati
chicchi di grandine colmi di sdegno.
Infurierà contro di loro l’acqua del mare
e i fiumi li sommergeranno senza pietà.

[23] Si scatenerà contro di loro un vento impetuoso,
li disperderà come un uragano.
L’iniquità renderà deserta tutta la terra
e la malvagità rovescerà i troni dei potenti.

http://www.vatican.va/archive/ITA0001/__PKP.HTM 

—–

La Madre della Salvezza: “Le persone scelgono il proprio destino”

il libro della verità:
artedì, 20 gennaio 2015, alle ore 15:30
Miei cari figli, ecco che quanto prima si verificherà un grande inganno, che calerà sul mondo come una cortina. Questo inganno arriverà quasi a cancellare la Verità, ma coloro che sono stati benedetti con la Luce della Misericordia di mio Figlio si accorgeranno delle falsità, le quali maschereranno la Parola di Dio.

 

Da quando l’uomo è stato creato, Dio non ha permesso che i Suoi nemici lo facessero soccombere ad un tale inganno; un inganno, che ha un unico scopo: quello di spazzare via tutte le tracce di Dio dalla vostra società, affinché tutti coloro che non vengono da Lui, siano elevati a grandi posizioni di potere. Dio permette tutto ciò, come la prova più grande * per il genere umano, al fine di determinare chi è per Lui e chi è contro di Lui.

Il mondo ha commesso delle gravi offese contro il mio Eterno Padre e continua a sprofondare sempre più nel peccato mortale. I servitori consacrati, tra cui sacerdoti, vescovi e cardinali, da oltre quarant’anni hanno fallito nell’insegnare ai figli di Dio la Verità. Molti di loro non riconoscono l’esistenza del peccato, né mettono in guardia le persone dai gravi pericoli che il peccato mortale arreca alle anime. I servitori di Dio hanno un solo dovere ed è quello d’istruire i fedeli in tutto ciò che è virtuoso e di mostrare alle anime i pericoli derivanti dal mancare di vivere una buona vita. Il peccato non viene più descritto come il nemico più grande, il quale fa in modo che l’uomo si separi da Dio.

Figli, Dio non vuole causarvi paura, ma voi non dovete lasciarvi tentare a credere che l’Inferno non esista, perché non è così. Le persone scelgono il proprio destino e quelle anime che non chiedono a Dio di perdonare i loro peccati troveranno molto difficile entrare dalle Porte del Regno di mio Figlio.

Dovete sempre aggrapparvi alla Verità. Dio ha rivelato la Verità attraverso i Suoi profeti. Non voltate le vostre spalle alla Verità, perché se lo farete, abbraccerete la falsa dottrina e crederete, erroneamente, che essa dischiuderà le porte alla vostra eredità.

Moltissime persone vengono sviate ed indotte a credere che tutto ciò che conta, sia occuparsi del benessere materiale dei figli di Dio. Prendetevi cura delle vostre anime, cari figli, perché avete un’anima ed essa durerà per l’eternità, sia che voi dimoriate con mio Figlio nel Suo Regno, sia che veniate cacciati da Lui. Non trascurate mai le vostre anime o troverete difficile unirvi a mio Figlio.

La Verità vivrà per sempre, perché è la Parola di Dio. Essa non potrà mai cambiare.

La vostra amata Madre,
 Madre della Salvezza”

https://messaggidagesucristo.wordpress.com/2015/02/01/20-gennaio-2015-la-madre-della-salvezza-le-persone-scelgono-il-proprio-destino/

* 675. L’ultima prova della Chiesa
http://www.vatican.va/archive/catechism_it/p1s2c2a7_it.htm


————-
La Vera Vita in Dio:

26 Settembre, 1991

I miei occhi sono sempre su di Te, Dio mio.
Il segreto della familiarità1 con Te
è rivelato a coloro che Ti amano
e Ti temono;

Hai sollevato la mia anima dall’abisso
per farle scoprire le Ricchezze del Tuo Sacro Cuore, ho scoperto la Misericordia
di cui hanno parlato i Tuoi profeti,
ho scoperto l’Amore e la Mitezza
che i Tuoi discepoli hanno assaporato,
ho scoperto la Pace
che Tu Stesso ci hai donato.
Nel Tuo Sacro Cuore
hai permesso alla mia anima di scoprire
che la Sofferenza è Divina e che la
Mortificazione è gradita ai Tuoi Occhi.

Allora nella mia anima è venuta una Luce
splendente e, come melodioso fruscio di ali
di colomba, ho udito e sentito un Soffio
sfiorare il mio viso e Tu mi hai colmata dei
Tuoi Misteri.

gusta ancor più i Miei Segreti, figlia Mia, rimanendo obbediente alla Mia Legge; abbassa ancor più la tua voce affinché tu possa udire solo la Mia; piega il tuo capo, affinché tu possa vedere il Mio; umiliati affinché Io possa elevarti a Me;

molte volte con la tua stessa luce esamini i Segreti del Mio Sacro Cuore; devi solo chiederMi, figlia Mia, e Io riverserò nei tuoi occhi la Mia Luce Trascendente che riempirà interamente la tua anima; allora, figlia Mia, stai attenta che la tua luce interiore venga proprio da Me; allora, soltanto allora, Mio sacerdote, capirai che le Mie Opere sono Sublimi, Gloriose e Maestose; soltanto allora, Mia allieva, capirai come Io desideri che tu comprenda perché l’Umiltà si è permessa di essere disonorata, sfigurata, disprezzata e trafitta e ha donato la Sua Vita per riscattare una moltitudine;

– Io sono venuto a scuotere il vostro amore e a risvegliarlo, capisci?; così non proteggere la tua carne né dal dolore né da qualunque mortificazione; permetti al Sigillo del tuo Salvatore di imprimersi sulla tua carne e sulla tua anima affinché si operi in te una completa trasformazione; allora TUTTO quello che la tua natura respinge, rifugge e guarda con sdegno, ti apparirà Divino,

Accordaci, Signore,
che tutto quello che Tu dici, sia fatto.
Abbassa la mia testa,
abbassami e abbassa la mia voce.
Non voglio trovarmi al Tuo Cospetto
con le mani vuote.
E questi pensieri umani
che la mia natura trova naturali,
sradicali
e bruciali uno ad uno.

consacra la tua anima interamente a Me e rifletti la Mia Legge prima che discenda su di te; non dimenticare che la tua natura ti ha ridotta ad un deserto e alla desolazione; se Me lo permetti, ti libererò dai tuoi pensieri umani e li sostituirò con i Miei Pensieri per glorificarMi; ti darò un cuore coraggioso, piccola Mia, per renderti capace di far fronte ai Miei oppositori e resistere alle loro contraddizioni; ti darò eloquenza; ti darò sopportazione e resistenza alle minacce dei tuoi persecutori che sono anche i Miei persecutori; ti darò coraggio per sopportare con fiducia;

tu sei la Mia semenza e siccome la Messe è matura ed il raccolto pronto ad essere mietuto, come hai notato, Io non perdo tempo; Io mieto senza sosta per nutrire molti che sono sul punto di morire; allora, Mia diletta, “getta anche tu la falce e mieti: è giunta l’ora di mietere, perché la messe della terra è matura”;2 permettiMi di ampliare lo spazio del tuo cuore, poiché ora il tuo Rapitore ti colmerà con la Sua Conoscenza e le Sue Confidenze; Io non aspetto altro che d’essere gradito a tutti e di rivelare a ciascuno di voi le Mie Ricchezze, la Mia Generosità e il Mio Amore;

oggi Io vi dico tutto questo affinché la Mia Parola vada da questa generazione alla seguente; e voi che state imparando, a vostra volta insegnerete ai vostri figli; se essi ascolteranno e faranno quello che Io dico, i loro giorni si compiranno nella felicità;

allora volgetevi a Me e lodate le Mie Opere; meditate sulle Mie Meraviglie;”

http://www.tlig.org/it/messages/658

————-
Cattolico romano:

” Libro di Isaia 49,3.5-6.

Il Signore mi ha detto: “Mio servo tu sei, Israele, sul quale manifesterò la mia gloria”.
Ora disse il Signore che mi ha plasmato suo servo dal seno materno per ricondurre a lui Giacobbe e a lui riunire Israele, – poiché ero stato stimato dal Signore e Dio era stato la mia forza –
mi disse: “È troppo poco che tu sia mio servo per restaurare le tribù di Giacobbe e ricondurre i superstiti di Israele. Ma io ti renderò luce delle nazioni perché porti la mia salvezza fino all’estremità della terra”.


Salmi 40(39),2.4.7-8.9.10.

Ho sperato: ho sperato nel Signore
ed egli su di me si è chinato,
ha dato ascolto al mio grido.
Mi ha messo sulla bocca un canto nuovo,
lode al nostro Dio.
Molti vedranno e avranno timore
e confideranno nel Signore.
Sacrificio e offerta non gradisci,
gli orecchi mi hai aperto.
Non hai chiesto olocausto e vittima per la colpa.
Allora ho detto: “Ecco, io vengo.

Sul rotolo del libro di me è scritto,
di compiere il tuo volere.
Mio Dio, questo io desidero,
la tua legge è nel profondo del mio cuore».

Ho annunziato la tua giustizia
nella grande assemblea;
vedi, non tengo chiuse le labbra,
Signore, tu lo sai.


Prima lettera di san Paolo apostolo ai Corinti 1,1-3.

Paolo, chiamato ad essere apostolo di Gesù Cristo per volontà di Dio, e il fratello Sòstene,
alla Chiesa di Dio che è in Corinto, a coloro che sono stati santificati in Cristo Gesù, chiamati ad essere santi insieme a tutti quelli che in ogni luogo invocano il nome del Signore nostro Gesù Cristo, Signore nostro e loro:
grazia a voi e pace da Dio Padre nostro e dal Signore Gesù Cristo.

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Giovanni 1,29-34.

In quel tempo, Giovanni vedendo Gesù venire verso di lui, disse: «Ecco l’agnello di Dio, ecco colui che toglie il peccato del mondo!
Ecco colui del quale io dissi: Dopo di me viene un uomo che mi è passato avanti, perché era prima di me.
Io non lo conoscevo, ma sono venuto a battezzare con acqua perché egli fosse fatto conoscere a Israele».
Giovanni rese testimonianza dicendo: «
Ho visto lo Spirito scendere come una colomba dal cielo e posarsi su di lui.
Io non lo conoscevo, ma chi mi ha inviato a battezzare con acqua mi aveva detto: L’uomo sul quale
vedrai scendere e rimanere lo Spirito è colui che battezza in Spirito Santo.
E
io ho visto e ho reso testimonianza che questi è il Figlio di Dio».”
 
 
 

—————-
Ortodosso:

Gesù appare ai discepoli; Tommaso non è con loro

19 La sera di quello stesso giorno, che era il primo della settimana, mentre le porte del luogo in cui si trovavano[a] i discepoli erano chiuse per timore dei Giudei, Gesù venne e si presentò in mezzo a loro, e disse: «Pace a voi!» 20 E detto questo mostrò [loro] le mani e il costato. I discepoli dunque, veduto il Signore, si rallegrarono. 21 Allora {Gesù} disse loro di nuovo: «Pace a voi! Come il Padre mi ha mandato, anch’io mando voi». 22 Detto questo, soffiò su di loro e disse: «Ricevete lo Spirito Santo. 23 A chi perdonerete i peccati, saranno perdonati; a chi li riterrete, saranno ritenuti».

Gesù appare ai discepoli, tra i quali è Tommaso

24 Ora Tommaso, detto Didimo, uno dei dodici, non era con loro quando venne Gesù. 25 Gli altri discepoli dunque gli dissero: «Abbiamo visto il Signore!» Ma egli disse loro: «Se non vedo nelle sue mani il segno dei chiodi e se non metto il mio dito nel segno dei chiodi, e se non metto la mia mano nel suo costato, io non crederò».

26 Otto giorni dopo i suoi discepoli erano di nuovo in casa, e Tommaso era con loro. Gesù venne a porte chiuse, e si presentò in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!» 27 Poi disse a Tommaso: «Porgi qua il dito e guarda le mie mani; porgi la mano e mettila nel mio costato; e non essere incredulo, ma credente». 28 Tommaso gli rispose: «Signore mio e Dio mio!» 29 Gesù gli disse: «Perché mi hai visto[b], tu hai creduto; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!»

Lo scopo del Vangelo secondo Giovanni

30 Ora Gesù fece in presenza dei {suoi} discepoli molti altri segni, che non sono scritti in questo libro; 31 ma questi sono stati scritti affinché crediate che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio, e affinché, credendo, abbiate vita nel suo nome.

——————

15 Certa è quest’affermazione e degna di essere pienamente accettata: che Cristo Gesù è venuto nel mondo per salvare i peccatori, dei quali io sono il primo. 16 Ma per questo mi è stata fatta misericordia, affinché Gesù Cristo dimostrasse in me, per primo, tutta la sua pazienza, e io servissi di esempio a quanti in seguito avrebbero creduto in lui per avere vita eterna. 17 Al Re eterno, immortale, invisibile, all’unico Dio[a], siano onore e gloria nei secoli dei secoli. Amen.

 
——————

Gesù guarisce un cieco

35 Come egli si avvicinava a Gerico, un cieco che sedeva presso la strada, mendicando, 36 udì la folla che passava e domandò che cosa fosse. 37 Gli fecero sapere che passava Gesù il Nazareno. 38 Allora egli gridò: «Gesù, Figlio di Davide, abbi pietà di me!» 39 E quelli che precedevano lo sgridavano perché tacesse; ma lui gridava più forte: «Figlio di Davide, abbi pietà di me!» 40 Gesù, fermatosi, comandò che il cieco fosse condotto a lui; e, quando gli fu vicino, gli domandò: 41 «Che vuoi che io ti faccia?» Egli disse: «Signore, che io recuperi la vista». 42 E Gesù gli disse: «Recupera la vista; la tua fede ti ha salvato». 43 Nello stesso momento recuperò la vista, e lo seguiva glorificando Dio; e tutto il popolo, visto ciò, diede lode a Dio.

Hell pictures_ A Trip To Hell (Full version) / 지옥그림_지옥을 견학하다 (Full version):

Solo Io conosco il giorno o l’ora in cui esalerete il vostro ultimo respiro

il libro della verità:
Domenica, 18 gennaio 2015, alle ore 12:45
Mia amatissima figlia, se un uomo si allontana da Me, per un qualsiasi motivo, egli non troverà mai la vera pace. Quando invece un uomo scopre Chi Sono Io, il suo cuore si gonfia d’amore per Me. L’uomo che ripone tutta la sua fiducia in Me, sopporterà qualsiasi tipo di sofferenza, poiché Io lo libererò.La Parola di Dio è causa di grande discordia tra coloro la cui fede è debole. Quelli che credono in Me proveranno un grande dolore nel cuore quando saranno testimoni dell’opposizione contro la Parola di Dio. Questo dolore è il Mio. Se credete in Me, sentirete nel vostro animo, l’amore che nutro per voi. Aprite sempre il vostro cuore a Me. AccoglieteMi, non con la paura, ma con trepidazione. AccettateMi per Chi Sono Io ed altresì, accettate la Parola che vi è stata data; e poi vivete la vostra vita esattamente come è stata dettata nella Sacra Bibbia ed Io vi aspetterò.

Rifiutate i Miei Insegnamenti e abbracciate il peccato, e questo sarà la vostra rovina. Solo Io conosco il giorno o l’ora in cui esalerete il vostro ultimo respiro. Dovete essere preparati in ogni momento. Dovete chiederMi di perdonare i vostri peccati il più sovente possibile. Io perdono i peccatori più incalliti e quindi non dovete mai temere la Mia Misericordia. Abbiate paura soltanto dell’ora in cui vi dovrete presentare davanti a Me e rispondere di ogni iniquità commessa nei confronti di Dio. Se per quel momento non vi sarete riscattati agli Occhi di Dio, non avrete una seconda possibilità di farlo.

Il vostro Gesù”

https://messaggidagesucristo.wordpress.com/2015/02/01/18-gennaio-2015-solo-io-conosco-il-giorno-o-lora-in-cui-esalerete-il-vostro-ultimo-respiro/


————-
La Vera Vita in Dio:

24 Luglio, 1991

(Rodi)

(Messaggio per il gruppo di preghiera di Rodi).

il Mio ardente desiderio di insegnare loro è al di sopra di ogni comprensione umana, ecco il motivo per cui la Sapienza è alle porte del loro cuore; nessuno è degno della Mia Sapienza, tuttavia il Padre, nella Sua Infinita Bontà, desidera donarla ai bambini semplici;

ah … Miei diletti, voi siete tutti la Mia discendenza, siete diventati miseri e lo siete ancora, ma quale Padre resterebbe indifferente vedendo il proprio bimbo nella miseria e lo lascerebbe continuare nella sua immoralità finché la Morte lo colpisca? non interverrebbe prontamente per soccorrerlo? ora che Io vi ho sollevato dall’abisso, innalzate lo sguardo a Me; i vostri occhi vedano la Perfezione; permetteteMi di dividere la casa con voi, non ve ne pentirete….

Io, il Signore, benedico ognuno di voi; siate vascelli di luce per gli altri che vi avvicinano come vascelli insozzati, incapaci di distinguere la mano destra dalla sinistra, e riportateli a Me; Io vi darò la Mia Forza, non temete;

la razza umana Mi addolora fino alla morte ed il Mio Cuore è lacerato vedendo nel mondo tanta iniquità e peccato; voi, voi avete udito i Miei lamenti, perché Io vi sono venuto vicino; voi avete udito la Mia Voce, gioite! gioite e siate felici perché ho guarito i vostri occhi che erano offuscati, il vostro cuore che era ammalato di sregolatezza; Io vi ho fatto ritornare a Me per Mia Misericordia ed ora permetteteMi di utilizzarvi tutti per il Mio Piano Divino, siate voi giovani o vecchi;

pregate e chiedete la Mia guida; voi Mi siete molto cari; pregate incessantemente perché è questo il vostro nutrimento;”

 
 
 
————-
Cattolico romano:
01-18Vergine di Santa Margherita

HOLY LESSON Dalla Seconda Lettera dell’Apostolo San Paolo ai Corinziani
Sono fidanzato con un uomo che vi condurrà a Cristo come vergini pure.
Fratelli!
Coloro che si vantano, si vantano nel Signore. Perché non è l’affidabile che si raccomanda, ma chi dio raccomanda.
Vorrei che potessi sopportare un po’ di brutezza da parte mia. Anzi, suppostami. Vi temo con la gelosia dell’amore di Dio, perché sono fidanzata con voi con un uomo che vi condurrà a Cristo come vergini pure.
È la parola di Dio.
2 Cor 10.17-11.2

RISPOSTA PSALM
Risposta: Ecco, lo sposo sta arrivando: – vai davanti al Signore Cristo! (Cfr. Jn 2:11). Mt 25,6. – 11. tono)
Presinger: Ascolta, figlia, ascolta la mia parola, dimentica la tua gente e la casa di tuo padre.
La vostra bellezza è voluta dal Re, perché è il vostro padrone, adoratelo.
Devoti: Ecco, lo sposo sta arrivando: ” Vai davanti al Signore Cristo!
E: All’interno, la principessa è piena di bellezza, il suo vestito è intrecciato d’oro.
Viene condotto al re in un abito colorato, seguito da vergini e accompagnato dalle sue amiche.
H: Ecco, lo Sposo verrà: – vai davanti al Signore Cristo!
E: Marciano con gioia, marciando nella casa del re.
Invece dei tuoi padri, avrete figli, li renderete principi in tutto il mondo.
H: Ecco, lo Sposo verrà: – vai davanti al Signore Cristo!
Salmo 44,11-12.14-15.16-17

Alleluja
Ecco, la vergine intelligente, che il Signore ha trovato sveglio, e quando il Signore è arrivato, è andato con lui al matrimonio. Cfr. Mt 25,10 – 5. Tono.

– GOSPEL dal Libro di San Matteo
Ecco che arriva lo sposo! Mettiti di fronte a lui.
A quel tempo, Gesù diede ai suoi discepoli la seguente parabola:
Il regno dei cieli è come le dieci vergini che hanno preso le loro lampade e uscirono davanti allo sposo. Cinque di loro erano sciocchi, e cinque erano intelligenti. Gli stolti hanno preso le loro lanterne, ma non hanno portato olio, ma quelli intelligenti, tuttavia, anche portato olio alle loro lanterne nei loro barattoli. Lo sposo era in ritardo, e tutti si addormentò e si addormentò. Nel cuore della notte, ci fu un grido in una sola volta: “Ecco, lo sposo! Andare di fronte a lui. E poi le vergini si sono svegliate e hanno acceso le lanterne. Gli chiesero aquelli intelligenti: Dammi il tuo olio, perché le nostre lanterne dormono! I più intelligenti risposero: “Non puoi, perché anche noi non abbiamo poco. Perché non vai dai rivenditori e ti compri.” Mentre stavano facendo shopping, lo sposo è arrivato, e coloro che erano pronti è andato con lui, e e la porta è chiusa. Più tardi, arrivarono le altre vergini. Dissero: “Signore, Signore! Aprire la porta per noi. Ma lui rispose: “Sì, te lo dico io, non ti conosco!”
Quindi ti sveglierai, perché non conosci il giorno o l’ora.
Queste sono le parole del Vangelo.

Mt 25,1-13″

https://www.translatetheweb.com/?from=&to=it&dl=en&ref=trb&a=https%3A%2F%2Figenaptar.katolikus.hu%2Fnap%2Findex.php%3Fholnap%3D2020-01-18

https://igenaptar.katolikus.hu/nap/index.php?holnap=2020-01-19

—————-
Ortodosso:

Rendimento di grazie e preghiera di Paolo

Noi ringraziamo Dio, Padre del nostro Signore Gesù Cristo, pregando sempre per voi, perché abbiamo sentito parlare della vostra fede in Cristo Gesù e dell’amore che avete per tutti i santi[a], 5 a causa della speranza che vi è riservata nei cieli, della quale avete già sentito parlare mediante la predicazione della verità del vangelo. Esso è in mezzo a voi, e nel mondo intero porta frutto e cresce[b], come avviene anche tra di voi dal giorno che ascoltaste e conosceste la grazia di Dio in verità,”

—————————-

Gesù guarisce un idropico

14.1 Gesù entrò di sabato in casa di uno dei principali farisei per prendere cibo, ed essi lo stavano osservando; ed ecco, davanti a lui c’era un uomo idropico. Gesù prese a dire ai dottori della legge e ai farisei: «È lecito o no[a] far guarigioni in giorno di sabato?» Ma essi tacquero. Allora egli lo prese per mano, lo guarì e lo congedò. Poi disse loro[b]: «Chi di voi, se gli cade nel pozzo un figlio o un bue[c], non lo tira subito fuori in giorno di sabato?» Ed essi non potevano rispondere nulla[d] in contrario.

Lezioni di umiltà e di carità

7 Notando poi come gli invitati sceglievano i primi posti, disse loro una parabola: «Quando sarai invitato a nozze da qualcuno, non ti mettere a tavola al primo posto, perché può darsi che sia stato invitato da lui qualcuno più importante di te, e chi ha invitato te e lui venga a dirti: “Cedi il posto a questo!” e tu debba con tua vergogna andare allora a occupare l’ultimo posto. 10 Ma quando sarai invitato, va’ a metterti all’ultimo posto, affinché quando verrà colui che ti ha invitato, ti dica: “Amico, vieni più avanti”. Allora ne avrai onore davanti a tutti quelli che saranno a tavola con te. 11 Poiché chiunque si innalza sarà abbassato e chi si abbassa sarà innalzato».

https://www.biblegateway.com/passage/?search=Colossians%201:3-6%3B+Luke%2014:1-11&version=NRSVCE;NR2006;SCH2000;NT-HU;BDS

—–

https://oca.org/readings/daily/2020/01/18
“…

Rifiutate i Miei Insegnamenti e abbracciate il peccato, e questo sarà la vostra rovina. Solo Io conosco il giorno o l’ora in cui esalerete il vostro ultimo respiro. Dovete essere preparati in ogni momento. Dovete chiederMi di perdonare i vostri peccati il più sovente possibile. Io perdono i peccatori più incalliti e quindi non dovete mai temere la Mia Misericordia. Abbiate paura soltanto dell’ora in cui vi dovrete presentare davanti a Me e rispondere di ogni iniquità commessa nei confronti di Dio. Se per quel momento non vi sarete riscattati agli Occhi di Dio, non avrete una seconda possibilità di farlo.

Il vostro Gesù”

https://messaggidagesucristo.wordpress.com/2015/02/01/18-gennaio-2015-solo-io-conosco-il-giorno-o-lora-in-cui-esalerete-il-vostro-ultimo-respiro/


————-
24 Luglio, 1991

(Rodi)

(Messaggio per il gruppo di preghiera di Rodi).

il Mio ardente desiderio di insegnare loro è al di sopra di ogni comprensione umana, ecco il motivo per cui la Sapienza è alle porte del loro cuore; nessuno è degno della Mia Sapienza, tuttavia il Padre, nella Sua Infinita Bontà, desidera donarla ai bambini semplici;

ah … Miei diletti, voi siete tutti la Mia discendenza,

…”
————-

Torah (lago Vista):
Dio parlò a Mosè e gli disse: «Io sono il Signore. Io apparvi ad Abraamo, a Isacco e a Giacobbe, come il Dio onnipotente; ma non fui conosciuto da loro con il mio nome di Signore[a]. Stabilii pure il mio patto con loro, per dar loro il paese di Canaan, il paese nel quale soggiornavano come forestieri. Ho anche udito i gemiti dei figli d’Israele che gli Egiziani tengono in schiavitù e mi sono ricordato del mio patto. Perciò, di’ ai figli d’Israele: “Io sono il Signore; quindi vi sottrarrò ai duri lavori di cui vi gravano gli Egiziani, vi libererò dalla loro schiavitù e vi salverò con braccio steso e con grandi atti di giudizio. Vi prenderò come mio popolo, sarò vostro Dio e voi conoscerete che io sono il Signore, il vostro Dio, che vi sottrae ai duri lavori impostivi dagli Egiziani. Vi farò entrare nel paese che giurai di dare ad Abraamo, a Isacco e a Giacobbe. Io ve lo darò in possesso; io sono il Signore”».

Mosè parlò così ai figli d’Israele; ma essi non diedero ascolto a Mosè a causa dell’angoscia del loro spirito e della loro dura schiavitù.

10 Il Signore parlò a Mosè e disse: 11 «Va’, parla al faraone re d’Egitto, perché egli lasci uscire i figli d’Israele dal suo paese». 12 Ma Mosè parlò in presenza del Signore, dicendo: «Ecco, i figli d’Israele non mi hanno dato ascolto; come vorrà darmi ascolto il faraone, dato che io non so parlare[b]

13 Il Signore parlò a Mosè e ad Aaronne e comandò loro di andare dai figli d’Israele e dal faraone, re d’Egitto, per far uscire i figli d’Israele dal paese d’Egitto.

Genealogia di Mosè e di Aaronne

14 Questi sono i capi delle loro famiglie. Figli di Ruben, primogenito d’Israele: Chenoc e Pallu, Chesron e Carmi. Queste sono le famiglie dei Rubeniti.

15 Figli di Simeone: Iemuel, Iamin, Oad, Iachin, Socar e Saul, figlio della Cananea. Queste sono le famiglie dei Simeoniti.

16 Questi sono i nomi dei figli di Levi, secondo le loro generazioni: Gherson, Cheat e Merari. Gli anni della vita di Levi furono centotrentasette.

17 Figli di Gherson: Libni e Simei, con le loro diverse famiglie.

18 Figli di Cheat: Amram, Isar, Ebron, Uziel. Gli anni della vita di Cheat furono centotrentatré.

19 Figli di Merari: Mali e Musi. Queste sono le famiglie dei Leviti, secondo le loro generazioni.

20 Amram prese per moglie Iochebed sua zia; ella gli partorì Aaronne e Mosè. Gli anni della vita di Amram furono centotrentasette. 21 Figli di Isar: Core, Nefeg e Zicri. 22 Figli di Uziel: Misael, Elsafan e Sitri.

23 Aaronne prese per moglie Eliseba, figlia di Amminadab, sorella di Naason. Lei gli partorì Nadab, Abiu, Eleazar e Itamar.

24 Figli di Core: Assir, Elcana e Abiasaf. Queste sono le famiglie dei Coriti.

25 Eleazar, figlio di Aaronne, prese per moglie una delle figlie di Putiel ed ella gli partorì Fineas. Questi sono i capi delle famiglie dei Leviti nei loro diversi rami.

26 Questi sono quell’Aaronne e quel Mosè ai quali il Signore disse: «Fate uscire i figli d’Israele dal paese d’Egitto, inquadrati nelle loro schiere». 27 Essi sono quelli che parlarono al faraone, re d’Egitto, per far uscire i figli d’Israele dall’Egitto: sono quel Mosè e quell’Aaronne.

Dio ordina di nuovo a Mosè di presentarsi al faraone

28 Quando il Signore parlò a Mosè nel paese d’Egitto, 29 il Signore gli disse: «Io sono il Signore; di’ al faraone, re d’Egitto, tutto quel che dico a te». 30 Mosè rispose, in presenza del Signore: «Ecco, io non so parlare; come vorrà darmi ascolto il faraone?»”

https://www.biblegateway.com/passage/?search=Exodus+6%3A2-66&version=NRSVCE;NR2006;SCH2000;ERV-HU;BDS

——-https://www.biblegateway.com/passage/?search=Ezekiel+28%3A25-29%3A25&version=NRSVCE;NR2006;SCH2000;ERV-HU;BDS

—————————–

Io ho bisogno di voi così come voi avete bisogno di Me

il libro della verità:
Sabato, 17 gennaio 2015, alle ore 18:18

Mia amatissima figlia, Sono Io, il tuo Gesù, il tuo Redentore, Colui che parla.

Moltissime persone che leggono questi Messaggi hanno paura. La paura porta con sé una forma di odio, poiché molti non Mi vogliono riconoscere. La paura è comprensibile, ma non dovete permetterle di offuscare la vostra fiducia. Io vi chiamo solo perché veniate a Me. Non ho alcun desiderio di causarvi angoscia. Il vostro tempo sulla Terra è di breve durata, ma il tempo che trascorrerete con Me, è eterno.

Se Io vi amo, perché allora non dovrei avvertirvi circa le conseguenze del rifiutare la Mia Misericordia? Tutto quello di cui Io ho bisogno e che desidero, è di portarvi tutti nel Mio Regno. Io non vi dico delle cose che non sono contenute nel Mio Libro Sacro. No! Io anzi vi ricordo semplicemente la Verità e tutte le cose che accadranno, in modo che voi veniate a Me.

Venite, Miei piccoli cari, non abbiate timore del Mio Amore. Non temete il Mio Regno, perché esso è vostro per naturale diritto di nascita. Fu per questo che Io cedetti la Mia Vita sulla Terra. Io ho bisogno di voi così come voi avete bisogno di Me. Io Sono Umile nel Mio Volere e desidero semplicemente incoronarvi con una vita di grande gloria, dove potrete godere della Vita Eterna. Perché dunque avete paura della Mia Chiamata? Io vi amo. Non vi farei mai del male. L’unico danno a cui siete esposti viene da voi stessi. Io Sono sempre qui, sto aspettando, con grande speranza, il vostro amore.

Il Mio mondo senza fine supera qualsiasi cosa voi possiate desiderare su questa Terra. La vostra vita sulla Terra impallidisce se viene paragonata alla squisitezza del Mio Regno. Fu per assicurare che voi poteste avere la Vita Eterna – la vostra legittima eredità – che Io Sono morto per i vostri peccati. Non rinunciate a questo grande Sacrificio, poiché avvenne per una grande Gloria che Io sia stato crocifisso in vostro favore.

Non respingeteMi per la seconda volta.

Il vostro amato Gesù

https://messaggidagesucristo.wordpress.com/2015/02/01/17-gennaio-2015-ho-bisogno-di-voi-cosi-come-voi-avete-bisogno-di-me/

————-
La Vera Vita in Dio:

6 Settembre, 1989

Signore?

Io sono; sono davanti a te; renditi conto di questa Grazia, Mia Vassula,

In un certo modo, Signore, non me ne rendo conto completamente. Sono incapace di rendermene conto, ma io credo.

credi, sì, credi con fede di fanciullo; perché è ciò che Mi piace e che piace al Padre; desideri scrivere? sì?

Mi sono resa conto d’aver dimenticato di scrivere.

circa la Mia Croce?

Sì, Signore.

allora scrivilo adesso,

Ti ringrazio mio Dio.

(Più tardi, dopo che Gesù mi ebbe lasciato la Sua Croce, in modo mistico, fu come se avessi ricevuto, fino a tarda notte, una pioggia di dolori. Era come se il mondo, coi suoi peccati, con ogni tipo di peccato, si richiudesse su di me. Ed improvvisamente, fra questi tormenti, mi sono ricordata Gesù nel Getsemani. Ho pianto amaramente. D’altra parte, ero felice di alleviare Gesù anche se per un breve istante. Più tardi Gesù è venuto ed ha ripreso la Sua Croce.)

ora La condivido con te, diletta;

Signore, Ti ascolto.

ascolta e capisci; hai mai inteso parlare di qualcuno che abbia cercato d’esserMi devoto e non sia stato attaccato o perseguitato?

No, Signore, alcuni fra essi sono anche morti martiri.

sì, come vedi, piccola, abbiamo ora la conferma di quanto le profezie hanno annunciato; oggi ancora chiunque parla in Mio Nome ed alza la voce per annunciare Mio Messaggio, può essere sicuro di essere perseguitato dai Caino; Io li chiamo, ma essi rifiutano d’ascoltare; Io faccio loro segno ma essi non ne tengono conto; essi respingono con disprezzo tutti i Miei avvertimenti, si burlano della promessa; non ho detto che in questi tempi, effonderò sull’umanità il Mio Spirito? e che porrò le Mie Leggi direttamente nei vostri cuori e le imprimerò nelle vostre menti?

nessuna profezia viene dall’uomo, come lo potrebbe? la Mia Parola viene dal Mio Santo Spirito che incita gli uomini a parlare di Me; Io, il Signore, vi ho promesso un Nuovo Cielo ed una Nuova Terra e, Vassula Mia, li sto preparando! ma gli uomini pongono se stessi al centro di tutto in questi giorni, sono irreligiosi, senza cuore e preferiscono il loro proprio piacere a Dio, ma i giorni fuggono e ben presto tutta questa malvagità giungerà alla fine, spazzata via e purificata dal Mio Fuoco d’Amore; allora coraggio, piccola; prove ce ne saranno sempre, ma la Mia Forza sempre ti sosterrà; presto vedrete il Mio Nuovo Cielo e vivrete su una Nuova Terra; perché fra poco si adempirà la Mia promessa e già si prepara il rinnovamento della Mia Chiesa; già ora state vivendo l’inizio dei dolori della sua nascita, quindi coraggio, Miei diletti, voi che portate il Mio Nome e che siete la Mia discendenza; non disperate, la Mia Parola si sta compiendo; ho detto che Io-sarò-con-voi e che vivrò in mezzo a voi; mangerete direttamente da Me e vi offrirò l’acqua del Pozzo della Vita, gratuita per chiunque fra voi abbia sete;

il Mio Fuoco discende già dal Cielo su di voi e vi consuma col Mio Grande Amore; spanderò questo Fuoco divorante da nazione a nazione, trasformando la vostra malvagità in amore, seducendo i vostri cuori pietrificati, lasciandoli infuocati, e tramutando il vostro letargo in zelo per Me, vostro Dio; questa Ora Sacra del Mio Fuoco si spanderà fra voi come una fornace ardente e sarete riempiti del Mio Fuoco d’Amore, il Fuoco del Mio Santo Spirito; simile a quello della prima Pentecoste, Io vi rinnoverò, allargando il Mio Regno di Verità, di Unità, di Giustizia, di Pace e d’Amore;

allora rallegratevi! esulti tutto il vostro cuore, Miei diletti, Io verrò a rimuovere tutti quei vanitosi millantatori che sono stati una delle cause della vostra dispersione e della vostra caduta; coloro che soffocano il Mio Spirito saranno vinti dal Mio Soffio; voi sarete purificati dal Mio Fuoco d’Amore; figlia, amaMi, adoraMi, compiaciMi, l’Amore ti ama;

Io ti benedico, figlia Mia;

Noi, Signore?

noi; figlia Mia, vieni;”

http://www.tlig.org/it/messages/444


————-

Cattolico romano:

Primo libro di Samuele 8,4-7.10-22a.

Si radunarono allora tutti gli anziani d’Israele e andarono da Samuele a Rama.
Gli dissero: “Tu ormai sei vecchio e i tuoi figli non ricalcano le tue orme. Ora stabilisci per noi un re che ci governi, come avviene per tutti i popoli”.
Agli occhi di Samuele era cattiva la proposta perché avevano detto: “Dacci un re che ci governi”. Perciò Samuele pregò il Signore.
Il Signore rispose a Samuele: “Ascolta la voce del popolo per quanto ti ha detto, perché costoro non hanno rigettato te, ma hanno rigettato me, perché io non regni più su di essi.
Samuele riferì tutte le parole del Signore al popolo che gli aveva chiesto un re.
Disse loro: “Queste saranno le pretese del re che regnerà su di voi: prenderà i vostri figli per destinarli ai suoi carri e ai suoi cavalli, li farà correre davanti al suo cocchio,
li farà capi di migliaia e capi di cinquantine; li costringerà ad arare i suoi campi, a mietere le sue messi, ad apprestargli armi per le sue battaglie e attrezzature per i suoi carri.
Prenderà anche le vostre figlie per farle sue profumiere e cuoche e fornaie.
Si farà consegnare ancora i vostri campi, le vostre vigne, i vostri oliveti più belli e li regalerà ai suoi ministri.
Sulle vostre sementi e sulle vostre vigne prenderà le decime e le darà ai suoi consiglieri e ai suoi ministri.
Vi sequestrerà gli schiavi e le schiave, i vostri armenti migliori e i vostri asini e li adopererà nei suoi lavori.
Metterà la decima sui vostri greggi e voi stessi diventerete suoi schiavi.
Allora griderete a causa del re che avrete voluto eleggere, ma il Signore non vi ascolterà”.
Il popolo non diede retta a Samuele e rifiutò di ascoltare la sua voce, ma gridò: “No, ci sia un re su di noi.
Saremo anche noi come tutti i popoli; il nostro re ci farà da giudice, uscirà alla nostra testa e combatterà le nostre battaglie”.
Samuele ascoltò tutti i discorsi del popolo e li riferì all’orecchio del Signore.
Rispose il Signore a Samuele: “Ascoltali; regni pure un re su di loro”. Samuele disse agli Israeliti: “Ciascuno torni alla sua città!”.

Salmi 89(88),16-17.18-19.

Beato il popolo che ti sa acclamare
e cammina, o Signore, alla luce del tuo volto:
esulta tutto il giorno nel tuo nome,
nella tua giustizia trova la sua gloria.

Perché tu sei il vanto della sua forza
e con il tuo favore innalzi la nostra potenza.
Perché del Signore è il nostro scudo,
il nostro re, del Santo d’Israele.

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Marco 2,1-12.

Dopo alcuni giorni, Gesù entrò di nuovo a Cafarnao. Si seppe che era in casa
e si radunarono tante persone, da non esserci più posto neanche davanti alla porta, ed egli annunziava loro la parola.
Si recarono da lui con un paralitico portato da quattro persone.
Non potendo però portarglielo innanzi, a causa della folla, scoperchiarono il tetto nel punto dov’egli si trovava e, fatta un’apertura, calarono il lettuccio su cui giaceva il paralitico.
Gesù, vista la loro fede, disse al paralitico: «Figliolo, ti sono rimessi i tuoi peccati».
Seduti là erano alcuni scribi che pensavano in cuor loro:
«Perché costui parla così? Bestemmia! Chi può rimettere i peccati se non Dio solo?».
Ma Gesù, avendo subito conosciuto nel suo spirito che così pensavano tra sé, disse loro: «Perché pensate così nei vostri cuori?
Che cosa è più facile: dire al paralitico:
Ti sono rimessi i peccati, o dire: Alzati, prendi il tuo lettuccio e cammina?
Ora, perché sappiate che il Figlio dell’uomo ha il potere sulla terra di rimettere i peccati,

ti ordino – disse al paralitico – alzati, prendi il tuo lettuccio e và a casa tua».
Quegli si alzò, prese il suo lettuccio e se ne andò in presenza di tutti e tutti si meravigliarono e lodavano Dio dicendo: «Non abbiamo mai visto nulla di simile!».”

https://vangelodelgiorno.org/IT/gospel/2020-01-17


—————-
Ortodosso:
Sapienza 3

[ 1] Le anime dei giusti, invece, sono nelle mani di Dio,
nessun
tormento le toccherà.

[2] Agli occhi degli stolti parve che morissero;
la loro fine fu ritenuta una sciagura,

[3] la loro partenza da noi una rovina,
ma essi sono nella pace.

[4] Anche se agli occhi degli uomini subiscono castighi,
la loro speranza è piena di immortalità.

[5] Per una breve pena riceveranno grandi benefici,
perché Dio li ha provati
e li ha trovati degni di sé:

[6] li ha saggiati come oro nel crogiuolo
e li ha graditi come un olocausto.

[7] Nel giorno del loro giudizio risplenderanno;
come
scintille nella stoppia, correranno qua e là.

[8] Governeranno le nazioni, avranno potere sui popoli
e il Signore regnerà per sempre su di loro.

[9] Quanti confidano in lui comprenderanno la verità;
coloro che gli sono
fedeli
vivranno presso di lui nell’amore,
perché grazia e misericordia
sono riservate ai suoi eletti.”  

http://www.vatican.va/archive/ITA0001/__PKN.HTM

“…  [15] I giusti al contrario vivono per sempre,
la loro ricompensa è presso il Signore
e l’Altissimo ha cura di loro.

[16] Per questo riceveranno una magnifica corona regale,
un bel diadema dalla mano del Signore,
perché li proteggerà con la destra,
con il braccio farà loro da scudo.

[17] Egli prenderà per armatura il suo zelo
e armerà il creato per castigare i nemici;

[18] indosserà la giustizia come corazza
e si metterà come elmo un giudizio infallibile;

[19] prenderà come scudo una santità inespugnabile;

[20] affilerà la sua collera inesorabile come spada
e il mondo combatterà con lui contro gli insensati.

[21] Scoccheranno gli infallibili dardi dei fulmini,
e come da un arco ben teso,
dalle nubi, colpiranno il bersaglio;

[22] dalla fionda saranno scagliati
chicchi di grandine colmi di sdegno.
Infurierà contro di loro l’acqua del mare
e i fiumi li sommergeranno senza pietà.

[23] Si scatenerà contro di loro un vento impetuoso,
li disperderà come un uragano.
L’iniquità renderà deserta tutta la terra
e la malvagità rovescerà i troni dei potenti.”

http://www.vatican.va/archive/ITA0001/__PKP.HTM 

“… 

Il Mio mondo senza fine supera qualsiasi cosa voi possiate desiderare su questa Terra. La vostra vita sulla Terra impallidisce se viene paragonata alla squisitezza del Mio Regno. Fu per assicurare che voi poteste avere la Vita Eterna – la vostra legittima eredità – che Io Sono morto per i vostri peccati. Non rinunciate a questo grande Sacrificio, poiché avvenne per una grande Gloria che Io sia stato crocifisso in vostro favore.

Non respingeteMi per la seconda volta.

Il vostro amato Gesù

https://messaggidagesucristo.wordpress.com/2015/02/01/17-gennaio-2015-ho-bisogno-di-voi-cosi-come-voi-avete-bisogno-di-me/

——

https://www.biblegateway.com/passage/?search=Wisdom+4:7-15&version=NRSVCE;NR2006;SCH2000;ERV-HU;BDS

 



—–

Essi giustificano il peccato in modo da non dover cambiare la propria vita

il libro della verità:
Venerdì, 16 gennaio 2015, alle ore 11:10
Mia amatissima figlia, la Mia Volontà non potrà mai essere calpestata, poiché essa è eterna.L’uomo si è ribellato contro Dio in molti modi, ma quando la volontà dell’uomo s’incrocia con la Volontà di Dio, tutti coloro che combattono contro di essa, perdono tutto. Coloro che hanno il cuore tenero e che Mi accettano, dopo l’Avvertimento, guadagneranno il mondo.

Il mondo a venire è senza fine e sarà privo di ogni peccato. Gloria a tutti quelli che conquisteranno la loro legittima eredità, poiché questo ha fatto parte, fin dal principio, del Piano di Mio Padre; il Piano Divino che l’uomo non conosce appieno.

È importante che ognuno di voi combatta la tentazione del peccato, anche se questo non sarà assolutamente facile. È sufficiente che continuiate ad invocarMi quando ritenete di averMi fatto un torto. Io Sono sempre lì e vi perdonerò ogni peccato, ad eccezione del peccato eterno di bestemmia contro lo Spirito Santo. Tutto quello che dovete fare è di avvicinarvi a Me.

Questo Mio mondo è pieno di malvagità, d’inganno e dello spirito del male, ma in esso esiste anche l’amore. È l’amore che l’uomo ha per il suo fratello a tenerMi Presente in mezzo a voi e la preghiera, la quale tiene a bada il male.

Io non chiedo che voi rinunciate alla vostra vita, pregando tutti i giorni per l’intero giorno, poiché non è questo ciò che Io richiedo da voi. Tutto quello che vi chiedo è che M’invochiate per avere un aiuto e che rendiate gloria a Dio. Per soddisfare la Mia Promessa al mondo e per garantire che tutti voi abbiate la Vita Eterna, tutto quello che dovete fare è di osservare le Leggi di Dio così come sono chiaramente stabilite nei Dieci Comandamenti.

Seguite Me, il vostro Gesù, e ricordate tutto quello che Io vi ho insegnato. Non serve a niente che dichiariate di amarMi, se poi rifiutate la Parola di Dio. Per prima cosa dovete amarvi gli uni gli altri e fare agli altri solo ciò che vorreste fosse fatto a voi stessi. Vivete la Mia Parola con i vostri pensieri, le vostre opere e le vostre azioni, e allora sarete veramente Miei. L’odio non svolge alcun ruolo nella Mia Opera, anche se tutto quello che Io ho detto quando percorrevo la Terra ha attirato grandi critiche, perché la gente non voleva cambiare la propria vita. Oggi la Mia Parola è respinta, perché le persone non vogliono rispettare la Verità. Invece, essi giustificano il peccato in modo da non dover cambiare la propria vita. Quindi, nulla è realmente cambiato.

La schiavitù del peccato, a cui l’uomo incatena sé stesso per l’influenza di Satana, adesso è più forte di prima. Liberatevi subito e cercateMi. Ricordate che voi potrete essere perdonati dai vostri peccati, solo mentre siete ancora in vita, ma non dopo la vostra dipartita da questa Terra.

Quand’è che l’uomo accetterà la Parola di Dio e capirà che tutto quello che Egli ha detto era vero? Tutto ciò che Egli disse che avrebbe fatto è vero e tutto quello che Io vi dico adesso è vero. Purtroppo, molti di voi non ascolteranno mai e quando si renderanno conto della Verità, sarà troppo tardi. Dovete proteggere ora il vostro futuro, vivendo la Parola di Dio.

Il vostro Gesù”

https://messaggidagesucristo.wordpress.com/2015/01/31/16-gennaio-2015-essi-giustificano-il-peccato-per-non-dover-cambiare-la-loro-vita/


————-
La Vera Vita in Dio:

bambina Mia,2 la preghiera è la tua arma e Io, Io posso sottrarti al potere delle tenebre per collocarti là dove tu pensavi: nella Luce Inaccessibile e nel Tesoro Irraggiungibile; dalla Mia Potenza Gloriosa, bambina Mia, tu puoi ottenere la tua forza, la tua dolcezza e la tua pazienza; puoi ottenere la perseveranza e in Me e attraverso di Me tu puoi chiamare: “Amen!” e Io, L’Amen, il Fedele, il Testimone Verace, l’Ultima Sorgente della creazione di Dio, Io ti ascolterò! come un colpo di tuono, Io scenderò su di te, dandoti la libertà e ti porterò in unione con la Nostra Unicità, riempiendoti della assoluta pienezza della Nostra Santità Trinitaria;

un battesimo di Fuoco sta venendo su di te, creazione! un battesimo tanto bramato per rendere ancora nuove tutte le cose; figlia Mia, proclama il Regno di Dio e che nessuno te lo impedisca ….3 chiedi la Fontana dell’Acqua Viva, perché Essa scenda su di voi come una Sorgente per rinfrescarvi!

Speranza delle speranze,
posso realmente chiederTi di liberare coloro che sono ancora incatenati?

chiedi! non hai sentito che la libertà deve essere trovata in Me?4 Io ti dico, Io sto per venire su coloro che non Mi avevano mai cercato, ma i cui cuori, tuttavia, sono rimasti come quelli dei bambini; Io sto per rivelare la Mia gloriosa potenza a coloro che non Mi avevano neppure mai consultato, Io sto per andare là dove non sono messo al bando;

– il tempo della selezione è venuto; è venuto il tempo di rivelare le gloriose ricchezze del Regno; il tempo della grazia è su di voi; è per questo che Io vi dico nuovamente: voi che fate parte del Corpo di Cristo venite e aspirate ai Miei doni per potere pienamente penetrare nei Misteri di Cristo; e non siate come gli apostati che hanno cessato di ricercare ciò che è giusto;

– e tu che dici a coloro che Mi invocano:5 “questa preghiera non appartiene al Mio potere”, Io ti chiedo: “è possibile che tu non Mi abbia sentito? è forse possibile che tu non Mi abbia visto? è possibile che tu non Mi abbia capito? debbo ora dire che tu Mi fai resistenza? tu pretendi di conoscere Me, ma le cose che tu dici e fai non sono altro che rinnegare le Mie grazie”;

6la pace sia con te; superstite di questa grande Apostasia, glorifica il Nostro Nome tre volte Santo e rivolgi a Noi intimamente le tue lodi;

 …”

http://www.tlig.org/it/messages/975


————-

Cattolico romano:

Primo libro di Samuele 4,1-11.

La parola di Samuele si rivolse a tutto Israele. In quei giorni i Filistei si radunarono per combattere contro Israele. Allora Israele scese in campo a dar battaglia ai Filistei. Essi si accamparono presso Eben-Ezer mentre i Filistei s’erano accampati in Afèk.
I Filistei si schierarono per attaccare Israele e la
battaglia divampò, ma Israele ebbe la peggio di fronte ai Filistei e caddero sul campo, delle loro schiere, circa quattromila uomini.
Quando il popolo fu rientrato nell’accampamento, gli anziani d’Israele si chiesero: “Perché ci ha percossi oggi il Signore di fronte ai Filistei? Andiamo a prenderci l’arca del Signore a Silo, perché venga in mezzo a noi e ci
liberi dalle mani dei nostri nemici”.
Il popolo mandò subito a Silo a prelevare l’arca del Dio degli eserciti che siede sui cherubini: c’erano con l’arca di Dio i due figli di Eli, Cofni e Pìncas.
Non appena l’arca del Signore giunse all’accampamento, gli Israeliti elevarono un urlo così forte che ne tremò la terra.
Anche i Filistei udirono l’eco di quell’urlo e dissero: “Che significa il risuonare di quest’urlo così forte nell’accampamento degli Ebrei?”. Poi vennero a sapere che era arrivata nel loro campo l’arca del Signore.
I Filistei ne ebbero timore e si dicevano: “È venuto il loro Dio nel loro campo!”, ed esclamavano: “Guai a noi, perché non è stato così né ieri né prima.
Guai a noi! Chi ci
libererà dalle mani di queste divinità così potenti? Queste divinità hanno colpito con ogni piaga l’Egitto nel deserto.
Risvegliate il coraggio e siate uomini, o Filistei, altrimenti sarete schiavi degli Ebrei, come essi sono stati vostri schiavi. Siate uomini dunque e
combattete!”.
Quindi i Filistei attaccarono
battaglia, Israele fu sconfitto e ciascuno fu costretto a fuggire nella sua tenda. La strage fu molto grande: dalla parte d’Israele caddero tremila fanti.
In più l’arca di Dio fu presa e i due figli di Eli, Cofni e Pìncas, morirono.

Salmi 44(43),10-11.14-15.24-25.

Ma ora ci hai respinti e coperti di vergogna,
e più non esci con le nostre schiere.
Ci hai fatti fuggire di fronte agli avversari
e i nostri nemici ci hanno spogliati.
 

Ci hai resi ludibrio dei nostri vicini,
scherno e obbrobrio a chi ci sta intorno.
Ci hai resi la favola dei popoli,
su di noi le nazioni scuotono il capo.
 

Svègliati, perché dormi, Signore?
Dèstati, non ci respingere per sempre.
Perché nascondi il tuo volto,
dimentichi la nostra miseria e oppressione?

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Marco 1,40-45.

In quel tempo, venne a Gesù un lebbroso: lo supplicava in ginocchio e gli diceva: «Se vuoi, puoi guarirmi!».
Mosso a compassione, stese la mano, lo toccò e gli disse:
«Lo voglio, guarisci!».
Subito la lebbra scomparve ed egli guarì.
E, ammonendolo severamente, lo rimandò e gli disse:
«Guarda di non dir niente a nessuno, ma
và, presentati al sacerdote, e offri per la tua purificazione quello che Mosè ha ordinato, a testimonianza per loro».
Ma quegli, allontanatosi, cominciò a proclamare e a divulgare il fatto, al punto che Gesù non poteva più entrare pubblicamente in una città, ma se ne stava fuori, in luoghi deserti, e venivano a lui da ogni parte.”

https://vangelodelgiorno.org/IT/gospel/2020-01-16

 
 
 

—————-

Ortodosso:

19 Sappiate questo[a], fratelli miei carissimi: che ogni uomo sia pronto ad ascoltare, lento a parlare, lento all’ira; 20 perché l’ira dell’uomo non compie[b] la giustizia di Dio. 21 Perciò, deposta ogni impurità e residuo di malizia, ricevete con dolcezza la parola che è stata piantata in voi, e che può salvare le anime vostre.22 Ma mettete in pratica[c] la parola e non ascoltatela soltanto, illudendo voi stessi. 23 Perché, se uno è ascoltatore della parola e non esecutore, è simile a un uomo che guarda la sua faccia naturale in uno specchio; 24 e quando si è guardato se ne va, e subito dimentica com’era. 25 Ma chi guarda attentamente nella legge perfetta, cioè nella legge della libertà, e in essa persevera (/insiste sulla verità si sa * editore), non sarà un ascoltatore smemorato, ma uno che la mette in pratica; egli sarà felice nel suo operare.

26 Se uno [fra voi] pensa di essere religioso, ma poi non tiene a freno la sua lingua e inganna se stesso[d], la sua religione è vana. 27 La religione pura e senza macchia davanti a Dio e Padre è questa: soccorrere gli orfani e le vedove nelle loro afflizioni, e conservarsi puri dal mondo. …

Pregate perché l’amore verso Dio rimanga vivo nel mondo, poiché senza di esso vi sentirete soli e desolati.

il libro della verità:
Mercoledì, 14 gennaio 2015, alle ore 15:40
Mia amatissima figlia, quando un figlio di genitori amorevoli, ne avverte l’amore, lui o lei verrà saziato da un sentimento di grande consolazione ed intimità familiare.L’amore tra un figlio fortunato ad avere dei genitori amorevoli, e la famiglia, nasce da un innato senso di fiducia. Questa fiducia è assoluta. Lo stesso vale per ogni anima vivente che Mi ama incondizionatamente. Il Mio Amore per essa è incrollabile. La fiducia è la chiave del vero amore. Ognuno dei Miei figli è amato, sebbene il loro amore per Me, non sia sempre presente.

AmateMi e sperimenterete la pace. AmateMi ed amerete tutti i figli  di Dio. L’amore è una cosa naturale; senza di esso non potete essere completi.

Se Io Sono in voi, vedrete il mondo come lo vedo Io in tutta la sua gloria ed anche nelle sue imperfezioni. Voi riconoscerete gli ostacoli che l’umanità dovrà affrontare e vi sentirete infelici quando sarete testimoni dell’odio, in qualunque forma, poiché esso è l’opposto dell’amore.

Pregate, pregate, pregate perché l’amore verso Dio rimanga vivo nel mondo, poiché senza di esso vi sentirete soli e desolati.

AmateMi come Io amo tutti i figli di Dio ed Io riverserò delle immense Grazie su di voi, e prevarrete su ogni genere di male.

Il vostro amato Gesù”

 
 


————-
La Vera Vita in Dio:

8 Ottobre, 1992

Mia Vassula, Io sono tua Madre; ‘pethi-mou’1 ricordati che sei nei Nostri Cuori;

vivi per Gesù ed Egli ti darà eloquenza per glorificarLo; le tue sofferenze ti condurranno alla santificazione, e Io ti dico, malgrado tutto il Nostro dolore, un raggio di consolazione penetra i Nostri Due Cuori e siamo pieni di indicibile gioia quando vediamo che venite a Noi per pregare; sappiate che preghiera, amore e umiltà sono le armi più potenti contro Satana; ognuno di voi si faccia parte del processo di rinnovamento della Chiesa; ma Satana nel suo furore scaglierà ciascuno di voi l’uno contro l’altro, se vi troverà addormentati; il Nostro Piano è di fondervi tutti insieme nell’amore e ricostruire la Chiesa sull’Amore; tu hai visto ora un pallido riflesso di come agisce Satana;

Io ti benedico e benedico tutti quelli che portano il loro contributo a questa opera; prega, Mia Vassula e, benché la battaglia sia al suo culmine, non aver paura; Io sono vicina a te;”

http://www.tlig.org/it/messages/755


————-
Cattolico romano:

Primo libro di Samuele 3,1-10.19-20.

Il giovane Samuele continuava a servire il Signore sotto la guida di Eli. La parola del Signore era rara in quei giorni, le visioni non erano frequenti.
In quel tempo Eli stava riposando in casa, perché i suoi occhi cominciavano a indebolirsi e non riusciva più a vedere.
La lampada di Dio non era ancora spenta e Samuele era coricato nel tempio del Signore, dove si trovava l’arca di Dio.
Allora il Signore chiamò: “Samuele!” e quegli rispose: “Eccomi”,
poi corse da Eli e gli disse: “Mi hai chiamato, eccomi!”. Egli rispose: “Non ti ho chiamato, torna a dormire!”. Tornò e si mise a dormire.
Ma il Signore chiamò di nuovo: “Samuele!” e Samuele, alzatosi, corse da Eli dicendo: “Mi hai chiamato, eccomi!”. Ma quegli rispose di nuovo: “Non ti ho chiamato, figlio mio, torna a dormire!”.
In realtà Samuele fino allora non aveva ancora conosciuto il Signore, né gli era stata ancora rivelata la parola del Signore.
Il Signore tornò a chiamare: “Samuele!” per la terza volta; questi si alzò ancora e corse da Eli dicendo: “Mi hai chiamato, eccomi!”. Allora Eli comprese che il Signore chiamava il giovinetto.
Eli disse a Samuele: “Vattene a dormire e, se ti si chiamerà ancora, dirai: Parla, Signore, perché il tuo servo ti ascolta”. Samuele andò a coricarsi al suo posto.
Venne il Signore, stette di nuovo accanto a lui e lo chiamò ancora come le altre volte: “Samuele, Samuele!”. Samuele rispose subito: “Parla, perché il tuo servo ti ascolta”.
Samuele acquistò autorità poiché il Signore era con lui, né lasciò andare a vuoto una sola delle sue parole.
Perciò tutto Israele, da Dan fino a Bersabea, seppe che Samuele era stato costituito profeta del Signore.

Salmi 40(39),2.5.7-8a.8b-9.10.

Ho sperato: ho sperato nel Signore
ed egli su di me si è chinato,
ha dato ascolto al mio grido.
Beato l’uomo che spera nel Signore
e non si mette dalla parte dei superbi,
né si volge a chi segue la menzogna.
 

Sacrificio e offerta non gradisci,
gli orecchi mi hai aperto.
Non hai chiesto olocausto e vittima per la colpa.
Allora ho detto: «Ecco, io vengo.
Sul rotolo del libro di me è scritto,
di compiere il tuo volere.Mio Dio, questo io desidero,
la tua legge è nel profondo del mio cuore».

Ho annunziato la tua giustizia
nella grande assemblea;
vedi, non tengo chiuse le labbra,
Signore, tu lo sai.

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Marco 1,29-39.

In quel tempo, Gesù uscito dalla sinagoga, si recò subito in casa di Simone e di Andrea, in compagnia di Giacomo e di Giovanni.
La suocera di Simone era a letto con la febbre e subito gli parlarono di lei.
Egli, accostatosi, la sollevò prendendola per mano; la febbre la lasciò ed essa si mise a servirli.
Venuta la sera, dopo il tramonto del sole, gli portavano tutti i malati e gli indemoniati.
Tutta la città era riunita davanti alla porta.
Guarì molti che erano afflitti da varie malattie e scacciò
molti demòni; ma non permetteva ai demòni di parlare, perché lo conoscevano.
Al mattino si alzò quando ancora era buio e, uscito di casa, si ritirò in un luogo deserto e là pregava.
Ma Simone e quelli che erano con lui si misero sulle sue tracce
e, trovatolo, gli dissero: «Tutti ti cercano!».
Egli disse loro: «Andiamocene altrove per i villaggi vicini, perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!».
E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e scacciando i demòni.”

https://vangelodelgiorno.org/IT/gospel/2020-01-15

 
 
 

—————-

Ortodosso:

Indirizzo e saluti

Giacomo, servo di Dio e del Signore Gesù Cristo, alle dodici tribù che sono disperse nel mondo: salute.

Prove e tentazioni

Fratelli miei, considerate una grande gioia quando venite a trovarvi in prove svariate, sapendo che la prova della vostra fede produce costanza. E la costanza compia pienamente l’opera sua in voi, perché siate perfetti e completi, di nulla mancanti.

Se poi qualcuno di voi manca di saggezza, la chieda a Dio che dona a tutti generosamente senza rinfacciare, e gli sarà data. Ma la chieda con fede, senza dubitare; perché chi dubita è simile a un’onda del mare, agitata dal vento e spinta qua e là. Un tale uomo non pensi di ricevere qualcosa dal Signore, perché è di animo doppio, instabile in tutte le sue vie.

Il fratello di umile condizione sia fiero della sua elevazione; 10 e il ricco, della sua umiliazione, perché passerà come il fiore dell’erba. 11 Infatti il sole sorge con il suo calore ardente e fa seccare l’erba, e il suo fiore cade e la sua bella apparenza svanisce; anche il ricco appassirà così nelle sue imprese.

12 Beato l’uomo che sopporta la prova; perché, dopo averla superata[a], riceverà la corona della vita, che il Signore ha promessa a quelli che lo amano.

13 Nessuno, quando è tentato, dica: «Sono tentato da Dio», perché Dio non può essere tentato dal male, ed egli stesso non tenta nessuno; 14 invece ognuno è tentato dalla propria concupiscenza che lo attrae e lo seduce. 15 Poi la concupiscenza, quando ha concepito, partorisce il peccato; e il peccato, quando è compiuto, produce la morte.

Mettere in pratica la Parola di Dio

16 Non v’ingannate, fratelli miei carissimi; 17 ogni cosa buona e ogni dono perfetto vengono dall’alto e discendono dal Padre degli astri luminosi[b] presso il quale non c’è variazione né ombra di mutamento. 18 Egli ha voluto generarci secondo la sua volontà mediante la parola di verità, affinché in qualche modo siamo le primizie delle sue creature.

https://www.biblegateway.com/passage/?search=James+1%3A1-18&version=NRSVCE;NR2006;SCH2000;ERV-HU;BDS

30 Ed egli ordinò loro di non parlare di lui a nessuno.

Il prezzo del discepolato

31 Poi cominciò a insegnare loro che era necessario che il Figlio dell’uomo soffrisse molte cose, fosse respinto dagli anziani, dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, fosse ucciso e dopo tre giorni risuscitasse. 32 Diceva queste cose apertamente. Pietro lo prese da parte e cominciò a rimproverarlo. 33 Ma Gesù si voltò e, guardando i suoi discepoli, rimproverò Pietro dicendo: «Vattene via da me, Satana! Tu non hai il senso delle cose di Dio, ma delle cose degli uomini».

34 Chiamata a sé la folla con i suoi discepoli, disse loro: «Se uno vuol[a] venire dietro a me, rinunci a se stesso, prenda la sua croce e mi segua. 

—–

“… AmateMi come Io amo tutti i figli di Dio ed Io riverserò delle immense Grazie su di voi, e prevarrete su ogni genere di male.

Il vostro amato Gesù”

La fiducia è la chiave del vero amore

il libro della verità:
Mercoledì, 14 gennaio 2015, alle ore 15:40
Mia amatissima figlia, quando un figlio di genitori amorevoli, ne avverte l’amore, lui o lei verrà saziato da un sentimento di grande consolazione ed intimità familiare.L’amore tra un figlio fortunato ad avere dei genitori amorevoli, e la famiglia, nasce da un innato senso di fiducia. Questa fiducia è assoluta. Lo stesso vale per ogni anima vivente che Mi ama incondizionatamente. Il Mio Amore per essa è incrollabile. La fiducia è la chiave del vero amore. Ognuno dei Miei figli è amato, sebbene il loro amore per Me, non sia sempre presente.

AmateMi e sperimenterete la pace. AmateMi ed amerete tutti i figli  di Dio. L’amore è una cosa naturale; senza di esso non potete essere completi.

Se Io Sono in voi, vedrete il mondo come lo vedo Io in tutta la sua gloria ed anche nelle sue imperfezioni. Voi riconoscerete gli ostacoli che l’umanità dovrà affrontare e vi sentirete infelici quando sarete testimoni dell’odio, in qualunque forma, poiché esso è l’opposto dell’amore.

Pregate, pregate, pregate perché l’amore verso Dio rimanga vivo nel mondo, poiché senza di esso vi sentirete soli e desolati.

AmateMi come Io amo tutti i figli di Dio ed Io riverserò delle immense Grazie su di voi, e prevarrete su ogni genere di male.

Il vostro amato Gesù”

 
 

Sabato, 10 gennaio 2015, alle ore 15:36… Venite, figli Miei, ed accettate la Mia Parola, poiché essa è eterna e niente la distruggerà. Il Mio avversario ribolle dalla rabbia in questo tempo, poiché sa che il mondo si libererà della sua influenza ed allora scatenerà delle terribili sofferenze sulle anime a cui egli non riconosce il Dono della Vita Eterna.

https://messaggidagesucristo.wordpress.com/2015/01/27/10-gennaio-2015-dio-laltissimo-il-mio-potere-e-superiore-a-tutto-cio-che-esiste-in-questo-mondo-ed-al-di-la-di-esso/


————-

La Vera Vita in Dio:

17 Luglio, 1996

(Una preghiera allo Spirito Santo.)

O Luce!
O Luce Inaccessibile tre volte Santa,

Vieni! discendi ora
e vieni non solamente
su coloro che Ti invocano
perché hanno sentito parlare di Te,
ma vieni anche su coloro
che non Ti hanno mai conosciuto!

Vieni! O Luce dei nostri corpi!
Vieni a correggere tutti coloro
che non ti hanno mai compreso;

Vieni da tutti coloro che Ti temono,
vieni a svelare
i Tuoi tesori nascosti ,
questi tesori serbati per il nostro tempo,

Vieni! vieni a rivelare
i Santi Volti
del Padre e del Figlio;
Vieni a rivelarTi, o Santo Spirito!
Vieni, Amico mio, perché Tu sei
la Luce splendente dei nostri cuori,
Vieni dall’alto per rivestirci
con la tua potenza e il tuo splendore;

Vieni ad albergare in noi
e a fare della Tua Dimora
un luogo di preghiera
perché Tu sei la Preghiera Continua;

Vedi come siamo nudi, ora senza di Te?
Vieni a fare risplendere la Tua Luce
in questa
oscurità;
Tu sei La Promessa,

Tu sei il nostro Amore, Tu sei la nostra Luce,
Sì! Tu sei La Promessa!

Tu sei Colui di cui le Scritture dicono:
“Non vi sarà più notte
e non avranno più bisogno
di luce di lampada, né di luce di sole,
perché il Signore Dio
li illuminerà”1

Tu sei
il Pegno della nostra eredità,
Santo e Benedetto sia il Tuo Nome;
Tu sei
la perla inestimabile;
Tu sei
la luce della nostra anima,
Tu sei
il Banchetto e la nostra festa,
Tu sei
l’Irresistibile Compagno della nostra vita,
Tu sei
il Trono dei poveri di spirito,
Tu sei
il Regno dei regni,
l’Impero degli imperi,
O Visitatore della nostra anima,
Vieni a liberarci!
Amen.

bambina Mia,2 la preghiera è la tua arma e Io, Io posso sottrarti al potere delle tenebre per collocarti là dove tu pensavi: nella Luce Inaccessibile e nel Tesoro Irraggiungibile; dalla Mia Potenza Gloriosa, bambina Mia, tu puoi ottenere la tua forza, la tua dolcezza e la tua pazienza; puoi ottenere la perseveranza e in Me e attraverso di Me tu puoi chiamare: “Amen!” e Io, L’Amen, il Fedele, il Testimone Verace, l’Ultima Sorgente della creazione di Dio, Io ti ascolterò! come un colpo di tuono, Io scenderò su di te, dandoti la libertà e ti porterò in unione con la Nostra Unicità, riempiendoti della assoluta pienezza della Nostra Santità Trinitaria;

un battesimo di Fuoco sta venendo su di te, creazione! un battesimo tanto bramato per rendere ancora nuove tutte le cose; figlia Mia, proclama il Regno di Dio e che nessuno te lo impedisca ….3 chiedi la Fontana dell’Acqua Viva, perché Essa scenda su di voi come una Sorgente per rinfrescarvi!

Speranza delle speranze,
posso realmente chiederTi di liberare coloro che sono ancora incatenati?

chiedi! non hai sentito che la libertà deve essere trovata in Me?4 Io ti dico, Io sto per venire su coloro che non Mi avevano mai cercato, ma i cui cuori, tuttavia, sono rimasti come quelli dei bambini; Io sto per rivelare la Mia gloriosa potenza a coloro che non Mi avevano neppure mai consultato, Io sto per andare là dove non sono messo al bando;

– il tempo della selezione è venuto; è venuto il tempo di rivelare le gloriose ricchezze del Regno; il tempo della grazia è su di voi; è per questo che Io vi dico nuovamente: voi che fate parte del Corpo di Cristo venite e aspirate ai Miei doni per potere pienamente penetrare nei Misteri di Cristo; e non siate come gli apostati che hanno cessato di ricercare ciò che è giusto;

– e tu che dici a coloro che Mi invocano:5 “questa preghiera non appartiene al Mio potere”, Io ti chiedo: “è possibile che tu non Mi abbia sentito? è forse possibile che tu non Mi abbia visto? è possibile che tu non Mi abbia capito? debbo ora dire che tu Mi fai resistenza? tu pretendi di conoscere Me, ma le cose che tu dici e fai non sono altro che rinnegare le Mie grazie”;

6la pace sia con te; superstite di questa grande Apostasia, glorifica il Nostro Nome tre volte Santo e rivolgi a Noi intimamente le tue lodi;

…”

 
 

————-
Cattolico romano:
https://vangelodelgiorno.org/IT/gospel/2020-01-10
https://www.vangelodelgiorno.org/main.php?language=it&module=readings
https://levangileauquotidien.org/main.php?language=it&module=readings&localdate=20180626
—————
https://evangeliumtagfuertag.org/it/gospel/2019-05-02
evangeliumtagfuertag.org/main.php?language=it&module=readings&localdate=20180501
—————-
Ortodosso:
http://www.vatican.va/archi

Dobbiamo lavorare insieme, figli, per il bene di tutta l’Umanità, nella nostra battaglia per ostacolare l’anticristo (16/02/2012)